Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, niente visite mediche e tesseramenti. Multati dirigenti e società

  • a
  • a
  • a

Mancati tesseramenti e visite mediche, squalificati tre dirigenti e multato l’Arezzo. I fatti si riferiscono alla stagione 2018-2019 e riguardano il settore giovanile. Questo quanto si legge nel bollettino della Federazione Giuoco Calcio. “Gianluca Zinci, segretario generale della S.S. Arezzo per aver nella stagione 2018/2019 omesso di provvedere al regolare tesseramento di diversi calciatori del settore giovanile e a far sottoporre gli stessi agli accertamenti medici ai fini della idoneità sportiva e di dotarli di specifica copertura assicurativa, nonché per aver consentito l’utilizzo degli stessi nel corso di diverse gare del settore giovanile (Campionati Esordienti, U15 Serie C e U17 Serie C – Girone C) senza averne titolo perché non tesserati; nonché per aver consentito che il calciatore T.O. partecipasse a 6 gare di campionato U17 in posizione irregolare perché al momento squalificato come da C.U. n. 19 TFN – Sezione Disciplinare 2018/2019”. Zinci è stato squalificato per due mesi e dovrà pagare mille euro di ammenda. Sempre inerente alla stagione 2018-2019 sono stati squalificati Massimiliano Ceccherini dirigente responsabile del settore giovanile della SS Arezzo (4 mesi), Massimiliano Bernardini dirigente della SS Arezzo (2 mesi). Nel provvedimento di Ceccherini si legge: “omesso di provvedere al regolare tesseramento di diversi calciatori del settore giovanile e a far sottoporre gli stessi agli accertamenti medici ai fini della idoneità sportiva e di dotarli di specifica copertura assicurativa, nonché per aver consentito l’utilizzo degli stessi nel corso di diverse gare del settore giovanile (Campionati Esordienti, U15 Serie C e U17 Serie C – Girone C) senza averne titolo perché non tesserati; nonché per aver consentito che il calciatore T. O. partecipasse a gare di campionato U17 Serie C – Girone C Pontedera – Arezzo, Arezzo – Ravenna, Cesena – Arezzo, Arezzo – San Marino, Arezzo – Vis Pesaro e Arezzo – Carrarese in posizione irregolare perché al momento squalificato”. Bernardini invece è stato squalificato “per non essersi presentato a rendere dichiarazioni innanzi il Collaboratore della Procura nonostante fosse stato ritualmente da quest’ultimo convocato per 3 volte, come descritto nella parte motiva”. Infine è stata multata la società SS Arezzo (2.667 euro) “a titolo di responsabilità oggettiva, ai sensi dell’articolo 4, comma 2, del previgente CGS (oggi trasfuso nell’articolo 6, comma 2, CGS), per il comportamento nell’interesse della quale i soggetti suddetti hanno commesso i fatti contestati”.