Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, incendio in galleria E45: al vaglio video del mezzo pesante avvolto da fumo e fiamme prima del tunnel

Davide Gambacci
  • a
  • a
  • a

Un minuto e dodici secondi di filmato amatoriale sotto la lente degli inquirenti per capire se il rogo all’interno della galleria Madonnuccia in E45 poteva essere evitato. Traffico paralizzato per oltre quindici ore tra gli svincoli di Sansepolcro Nord e Madonnuccia per un mezzo pesante che lunedì 17 agosto, poco prima delle 20, è andato distrutto dalle fiamme. Stava trasportato frutta ed era diretto verso il nord Italia. Un guasto meccanico, però, avrebbe provocato il surriscaldamento di uno dei freni del rimorchio innescando poi il rogo che ha completamente distrutto il mezzo. Il conducente è riuscito a mettersi in salvo, rilasciando dichiarazioni agli agenti della Polstrada di Città di Castello giunti sul posto per i rilievi; i vigili del fuoco del comando di Arezzo e i colleghi del distaccamento di Sansepolcro hanno invece provveduto a spegnere le fiamme e bonificare l’area. E45 chiusa fino a sera in carreggiata nord con il traffico deviato sulla viabilità esterna, mentre dal primo pomeriggio di ieri si è tornati a viaggiare con traffico spostato tutto in carreggiata sud a doppio senso di circolazione. C’è un altro aspetto, però, che è finito sotto la lente degli agenti della Polstrada: da ieri mattina, infatti, su Facebook è apparso un filmato amatoriale registrato da un passante nella viabilità esterna in cui si vedono gli attimi prima dell’ingresso dell’autoarticolato in galleria. Almeno 600 sono i metri che il mezzo percorre, chiaramente ad una velocità ridotta poiché la E45 in quel punto presenta una leggera salita e oltretutto il rimorchio era completamente carico di frutta, completamente avvolto da una nube bianca: all’ingresso nella galleria Madonnuccia, prima che il video si interrompa, si notano le fiamme che ben presto avvolgono l’intero camion. Gli agenti della Polstrada tifernate, che al momento a verbale hanno solo le dichiarazioni dell’autista, dovranno stabilire pure se vi erano i giusti spazi per arrestare prima la corsa del mezzo senza entrare in galleria causando gravi problematiche. Ieri, prima della riapertura a doppio senso di circolazione e la rimozione dell’autoarticolato carbonizzato, si è svolto un sopralluogo con tecnici Anas e Polstrada per valutare i danni arrecati al tunnel che ricadranno comunque sulla proprietà del mezzo. Frammentari sono gli aspetti che emergono: dal punto di vista strutturale il forte calore – sono state registrate temperature importanti, alte anche la mattina seguente nelle pareti - non dovrebbe aver arrecato danni, out è l’impianto elettrico invece e danneggiato pure lo strato bituminoso a terra. Diversi, quindi, i filoni che si aprono da questo momento in poi e la chiave – seppure utilizzare il condizionale è comunque d’obbligo – si potrebbe nascondere all’interno di quel minuto e dodici secondi di filmato amatoriale. 
Prima dell’ingresso in galleria è presente un viadotto: non è da escludere che il conducente si sia comunque accorto del problema, magari non capendo l’entità, e la sua intenzione era quella di raggiungere la prossima piazzola per fermarsi; piazzola che sarebbe comunque stata un chilometro dopo. Se questa è una delle ipotesi, altre sono quelle che stanno valutando gli inquirenti. La corsia nord della E45 in direzione Cesena tra Sansepolcro e Madonnuccia è stata riaperta nella serata di martedì 18 agosto.