Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, Alessandro Potenza nuovo allenatore amaranto: "Ci metterò anima e corpo". Giovanili, ecco ds e responsabile scouting

 Alessandro Potenza

Matteo Poggesi
  • a
  • a
  • a

Fumata bianca per la panchina dell'Arezzo: Alessandro Potenza è il nuovo allenatore. Martedì scorso il ritorno in città del direttore sportivo Giuseppe Di Bari e l’incontro con il direttore generale Riccardo Fabbro per condividere le idee anche sul futuro allenatore dell’Arezzo, poi le telefonate ai tecnici presenti sulla lista dei candidati e ieri, giovedì 27 agosto, alle 17, il comunicato della società: “La S.S. Arezzo è lieta di annunciare che Alessandro Potenza ha firmato con il Cavallino ed è il nuovo allenatore della Prima Squadra”. Classe 1984, il nuovo tecnico amaranto è nato ad Apricena (provincia di Foggia, stessa provincia di nascita del direttore sportivo che lo ha scelto), inizia a tirare i calci al pallone proprio nel settore giovanile rossonero e successivamente si trasferisce all’Inter dove vince con la Primavera campionato e Torneo di Viareggio. Da calciatore debutta in Serie A con l’Ancona e poi gioca sempre nel massimo campionato italiano con Parma, Genoa, Fiorentina, Chievo e Catania. Nel mezzo anche un’esperienza al Maiorca. Dopo Catania, la decisione di andare in Serie B a Modena e prima di chiudere la carriera in Lega Pro con la Casertana gioca, sempre in Serie C, con il Foggia e veste per un anno la casacca del Chennai nella massima divisione indiana. Il 21 dicembre 2016, pochi giorni dopo essersi svincolato dalla Casertana, viene scelto dal Madre Pietra Daunia (società della sua città) come tecnico in Serie D e la sua carriera da allenatore inizia trascinando la squadra ad una incredibile salvezza ai play-out. Nel giugno 2017 diventa allenatore della Recanatese ma la sua avventura nelle marche dura soltanto sette giornate e così nell’estate 2018 accetta la chiamata della Fidelis Andria sfiorando i play-off. Conclusa la stagione passa all’Audace Cerignola venendo in seguito esonerato il 4 novembre. Quattro avventure in Serie D, adesso la chiamata dell’Arezzo e la grande carica per questa prima avventura da tecnico professionista: “Sono orgoglioso e grato alla proprietà e ai direttori Di Bari, Fabbro e Muzzi. Era un’opportunità che aspettavo da tempo. Ci metterò anima e corpo per ricambiare la fiducia che hanno avuto nei miei confronti. Ai tifosi voglio dire che lo spirito guerriero non mancherà. Forza Arezzo!”. Il tecnico pugliese questo pomeriggio alle 14:30 sarà presentato allo Stadio “Città di Arezzo” e potrà iniziare ad assaporare l’atmosfera amaranto. Nel frattempo la nuova proprietà ha deciso di dare seguito alle promesse fatte sul settore giovanile nominando Cristiano Tromboni come Direttore Sportivo del Settore Giovanile e Christian Salvadori come Responsabile Scouting del Settore Giovanile. Il primo classe 1992 ha lavorato come Direttore Sportivo per molte società dilettantistiche di Roma. L’ultima è stata l’Atletico Torrenova. Il secondo, classe 1977, è stato Direttore Sportivo di Sansovino, Massese e Riccione in Serie D, poi responsabile dell’area tecnica della Sangiustese in C2 ed oltre ad avere collaborato con molte società del territorio aretino ha avuto esperienze come osservatore a Palermo e ad Ancona.