Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, tra asfalti e strisce pedonali intelligenti Gamurrini chiude a tutto gas. E quegli hashtag amari

Alessandro Bindi
  • a
  • a
  • a

Rush finale dell’assessore ai lavori pubblici Gianfrancesco Gamurrini. Da stamani partono i lavori per l’asfaltatura di via Fiorentina e via Romana. Un intervento da un milione e mezzo di euro per restituire un nuovo manto bituminoso a favore della sicurezza stradale. Prosegue no stop il cronoprogramma di lavori tra le strade di Arezzo, i parchi e le scuole cittadine. Nella zona di viale Santa Margherita lungo la nuova arteria di prolungamento della tangenziale appena inaugurata, da stamattina inizieranno i lavori che serviranno al mitigamento del rischio idrogeologico per prevenire eventuali inondazioni che troppo spesso hanno causato danni e disagi a chi vive in zona. Un intervento che comporterà la chiusura al traffico fino a domenica 6 settembre, di viale Santa Margherita, nel tratto che va dall'intersezione con la rotatoria con la S.R. 71 Umbro Casentinese/viale Turati e l'intersezione con la strada che conduce alla sede del Gruppo Carabinieri Forestali, con orario h24.
Al parco del Foro Boario invece prosegue la riqualificazione sia all’interno dei giardini dove è stata risistemata la fontana e dove manca solo di installare la nuova area giochi, mentre da stamani parte l’intervento nell’area esterna al parco dove sarà realizzato un parcheggio e dove alcune opere consentiranno anche di sistemare la viabilità a vantaggio della sicurezza stradale in via Uguccione della Faggiola. Un’opera di riqualificazione che in totale costerà 250mila euro.
Non ha gettato la spugna Gamurrini. Dopo l’addio alla politica e la rinuncia a correre per le prossime elezioni comunali, il vicesindaco continua a portare avanti gli impegni, valorizzando quanto fatto attraverso il profilo facebook dove con frequenti post annuncia l’avvio e la conclusione dei cantieri. Ed è evidente che c’è un pizzico di amarezza nel non aver visto riconosciuto il lavoro portato avanti in questi anni da parte del primo cittadino Alessandro Ghinelli. Sembrano a lui dedicati gli hashtag con i quali Gamurrini accompagna i post. Nella bacheca si stanno moltiplicando #amoarezzo, #operepubblichearezzo, #silavorafinoallultimo, #atuttogasse dai quali emerge la passione per la città e l’impegno politico accompagnati però da espressioni più bizzarre #sadimoltolú, #oragarelli, #alómanduvivi, #pocoincisivo, #nonsonoilvicesindacodelcambiamento. Espressioni dalle quali emerge l’amarezza per le vicissitudini degli ultimi mesi a seguito di incomprensioni avute con il sindaco di cui è stato vice per cinque anni. “Manca ancora circa un mese alla fine del mio mandato” scrive Gamurrini “ma io fino all'ultimo lavorerò lasciando una bella eredità da gestire a chi ci sarà dopo di me. Stiamo progettando il collegamento con marciapiede/pista ciclabile fra Pratantico e San Leo e la sistemazione con una probabile rotatoria fra via Monteverdi/via Molinara e via di San Leo. Ci sarà un bando il 15 settembre e conto che riusciremo a far cofinanziare parte dell'opera”. Sulla viabilità è poi lunga la lista degli attraversamenti pedonali messi in sicurezza nelle ultime ore. “L'idea era partita due anni fa” spiega Gamurrini “e, dopo aver fatto un po' di sperimentazioni in centro coi marker stradali, ho deciso di fare qualcosa di simile anche fuori dal centro. Per quanto di competenza dell'amministrazione comunale siamo intervenuti mettendo in sicurezza nove attraversamenti pedonali con l’installazione di marker a terra, di lampioni dedicati con sensori in modo da aumentare l'illuminazione al passaggio del pedone e con lampioni al led”. Gli attraversamenti pedonali accesi nei giorni scorsi sono a Pratantico, Indicatore, San Giuliano, Olmo, Policiano, Rigutino, Via Francesco Redi, via Tarlati e a Quarata.