Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, maratona elettorale: dalle 15 lo spoglio per referendum e Regione. Domani il risultato della corsa a sindaco

Sara Polvani
  • a
  • a
  • a

Una buona parte del futuro di Arezzo è già dentro le urne. Ma si vota fino alle 15 di oggi e le schede con il nome dei candidati a sindaco, verranno scrutinate per ultime, soltanto domani. Oggi pomeriggio, 21 settembre, si comincia con lo spoglio per il referendum (si o no al taglio dei parlamentari) e a seguire quello per la Toscana (il nuovo governatore).
Andamento alle urne lento nella giornata di ieri. Affluenza alle 23 intorno al 47 per cento, sia in città (77 mila aventi diritto) che in provincia (270 mila), circa nove punti sotto a cinque anni fa. Ma si votava in un giorno solo, quindi stavolta non c’era fretta. Rituale del voto in ogni caso più macchinoso per via delle rigide disposizioni anti Covid. Gel, distanze, mascherine, movimenti da osservare, hanno provocato qua e là intoppi, code, rallentamenti. Quell’effetto supermercato in tempi di quarantena. “Le file ci sono, ma non si sono registrati problemi per il distanziamento, ci vuole un po’ di calma”, spiegava il comandante della Polizia municipale, Aldo Poponcini, nel bel mezzo dell’election day. Ha fatto visita ai vari seggi elettorali fin dal mattino di ieri per verificarne il regolare svolgimento. “C’è affluenza, ripresa nel pomeriggio dopo la pioggia”. E ancora: “Alcuni seggi sono tranquilli, in altri c’è un po’ di fila, come alle scuole Tricca, Alfieri, Curina, Cappuccini che sono anche le sezioni più popolose. Ma grossi problemi e difficoltà al momento non ci sono”. Sensazioni e osservazioni in una domenica di settembre dedicata al voto. La macchina allestita dalla Prefettura pare aver funzionato nonostante certe preoccupazioni della vigilia sulle annunciate defezioni nei seggi. Tutte le sedi dove sono costituiti i seggi elettorali, poi, sono state oggetto di una adeguata e accurata sanificazione per rispettare le disposizioni in materia di prevenzione della diffusione del Covid. Mascherine, liquidi disinfettanti, distanze hanno scandito la giornata nei seggi. Sono stati anche “allestiti” undici seggi speciali Covid, abbinati alle sezione 97 dell’ospedale San Donato, due nel comune di Arezzo e due per ciascuna delle quattro vallate in provincia: un presidente di seggio e due scrutatori, muniti di tutti i dispositivi di sicurezza, si sono recati e si recheranno anche oggi presso le abitazioni dei cittadini che sono in isolamento domiciliare per raccogliere il loro voto. Alle 17 di ieri ne avevano fatto richiesta 154 persone sottoposte a misure di quarantena. Ai seggi, poi, sono state previste entrate ed uscite separate. Osservate da tutti le disposizioni per l’emergenza sanitaria: la sanificazione delle mani con il gel disinfettante, obbligatoria prima e dopo il voto. Al momento dell’entrata nella propria sezione, l’elettore deve esibire il documento di identità e la tessera elettorale ai componenti di seggio, successivamente si deve posizionare due metri di distanza da loro, deve abbassare la mascherina per il riconoscimento e poi riposizionare la mascherina correttamente. Ricevute le schede, la blu per le amministrative, la arancione per le regionali e la verde per il referendum, l’elettore può votare per poi imbucarle personalmente nelle tre urne.
Nella giornata di ieri, chi prima e chi dopo, hanno votato gli otto candidati a sindaco di Arezzo. Daniele Farsetti (Patto Civico) ha votato al seggio di Staggiano, Laura Bottai (Partito Comunista Italiano) a quello di Cavriglia, invece Alessandro Massimo Facchinetti (Partito Comunista) ha votato al seggio 90 alla scuola dei Cappuccini, mentre Luciano Ralli (sostenuto dalle liste Ralli Sindaco, Partito Democratico, CuriAmo Arezzo, Arezzo CI STA! e Arezzo 2020) ha votato al seggio di Santa Firmina, Fabio Butali (Prima Arezzo) ha votato al seggio del Gattolino, il sindaco uscente Alessandro Ghinelli (sostenuto dalla lista Ora Ghinelli 20-25, Lega, Fratelli d’Italia, Civitas Etruria, Forza Italia-Arezzo nel cuore) ha votato alla scuola Tricca, anche Marco Donati (sostenuto dalle liste Scelgo Arezzo e Con Arezzo) ha votato al seggio di Santa Firmina, infine Michele Menchetti (Movimento 5 Stelle) ha votato al seggio 62 di Battifolle. Per tutta la giornata, manco a dirlo, sui social è stato un tam tam continuo di appelli, foto, richieste di voto e di non voto. Ancora qualche ora e le urne restituiranno le scelte degli aretini.