Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, coltiva cannabis vicino a casa ma viene scoperto: undici piante alte due metri con infiorescenze

  • a
  • a
  • a

Le piante di cannabis indica erano undici, alte due metri, mature, quasi pronte per il successivo trattamento. I carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno le hanno estirpate nei terreni di un 47enne residente a Bucine, denunciato per coltivazione illegale di sostanza stupefacente. L’intervento dei militari dell’Arma è giunto dopo approfonditi accertamenti investigativi, frutto di un lavoro di squadra dei Carabinieri delle Stazioni di Bucine e Levane, coadiuvati dai colleghi di Cavriglia. I servizi di appostamento ed osservazione notturna eseguiti dai Carabinieri, infatti, hanno consentito ai militari di individuare i siti, più di uno,i presso i quali era stato piantato lo stupefacente, e di constatare che si trattava di piante già mature, dal fusto robusto dalle infiorescenze già sviluppate. Sono poi iniziati gli approfondimenti per identificare il soggetto che aveva la disponibilità dei terreni sui quali erano state seminate le piante (impiantate su diversi appezzamenti, probabilmente per rendere più difficoltose le eventuali investigazioni delle Forze dell’Ordine).
E' poi scattato l’intervento: i Carabinieri infatti, non appena sono riusciti ad identificare il “coltivatore”, hanno proceduto ad effettuare il controllo presso l’abitazione del medesimo e presso i terreni di pertinenza della stessa, rinvenendo le 11 piante di grande dimensione, e ad avanzato stato di maturazione. Per l’uomo è pertanto scattata la denuncia in stato di libertà al tribunale di Arezzo, per illecita coltivazione di sostanza stupefacente. Le piante sono state estirpate e sequestrate, e verranno sottoposte alle previste analisi chimiche, dalle quali sarà possibile determinare l’intensità del principio attivo, e, conseguenzialmente, il numero di dosi che avrebbero potute essere illegalmente commercializzate.