Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, extracomunitario insegue e blocca aretino dopo furto nel negozio di frutta e verdura

Giovanna Belardi
  • a
  • a
  • a

Ha sentito le urla della commessa, che gridava “fermatelo” e si è lanciato all’inseguimento del ladro, riuscendolo a bloccare dopo pochi metri. Così un giovane della Guinea, di 23 anni, con regolare permesso di soggiorno, ha contribuito a fermare l’autore del furto con destrezza compiuto pochi minuti prima in un negozio, dando un consistente aiuto agli agenti della polizia locale, che in quel momento si trovavano a passare in viale Michelangelo ad Arezzo. E strappando gli apprezzamenti dei passanti per il suo gesto e i complimenti della derubata per il tempestivo ed efficace intervento. 
Il giovane straniero vive a Bucine e mercoledì pomeriggio si trovava a passare in viale Michelangelo. Proprio in quel momento, alle 18, un uomo italiano, entrato in un negozio di frutta e verdura, stava mettendo a segno un furto con destrezza. Avvicinatosi alla cassa infatti era riuscito a impossessarsi di parte dell’incasso, circa 100 euro. Una delle due commesse, vista la scena, ha cercato di mettersi di traverso, per impedire all’uomo di uscire dal negozio. Ma quello, incurante di essere stato scoperto, l’ha spintonata e quindi si è diretto verso viale Michelangelo.
L’altra dipendente del negozio di frutta e verdura Tavanti, è uscita e ha cominciato a urlare “fermatelo, fermatelo”. A quel punto è entrato in scena il giovane africano, che vedendo scappare l’autore del furto l’ha inseguito per un breve tratto e quindi è riuscito a bloccarlo. Contemporaneamente sono intervenuti gli agenti della polizia locale che si trovavano in zona ed anche loro erano stati richiamati dalle grida. Così hanno preso e portato in caserma il ladruncolo. Si tratta di un volto conosciuto ad Arezzo, di lui si sa che ha 49 anni e che vive in una frazione alle porte della città.
Spaventate le due commesse, che si sono ritrovate per la prima volta in una situazione del genere. E che hanno ringraziato il giovane africano, grazie al cui intervento hanno potuto recuperare la somma che era stata prelevata dalla cassa. L’autore del furto è stato accompagnato al comando della polizia municipale e quindi denunciato.