Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, urne aperte per il ballottaggio tra Ghinelli e Ralli. Si sceglie il sindaco

Sara Polvani
  • a
  • a
  • a

Urne aperte oggi e domani per il ballottaggio. Si vota dalle 7 alle 23 e domani dalle 7 alle 15 per scegliere il sindaco di Arezzo per i prossimi cinque anni. Sono 77.804 gli aretini chiamati ad esprimersi con il loro voto esercitando il proprio diritto-dovere. Il 20 e 21 settembre votarono in 52.107 cioè il 66,97 per cento.
I due sfidanti, il sindaco uscente Alessandro Ghinelli per il centrodestra e Luciano Ralli per il centrosinistra, al primo turno hanno raccolto rispettivamente il 47,08% dei consensi (23.638 voti) e il 35,09% (17.618 voti). Uno scarto fra i due di quasi dodici punti (11,99%). Ciascuno è sostenuto dalle proprie liste: Ora Ghinelli 20-25, Lega, Fratelli d’Italia, Civitas Etruria, Forza Italia-Arezzo nel cuore per Ghinelli, mentre lista Ralli Sindaco, Partito Democratico, CuriAmo Arezzo, Arezzo Ci Sta!, Arezzo 2020 per Ralli. Non ci sono stati infatti apparentamenti con le liste escluse, salvo indicazioni di voto. In 582 tra presidenti, segretari e scrutatori sono entrati alle 16 di ieri nelle 97 sezioni elettorali in cui è suddiviso il territorio comunale di Arezzo per iniziare le operazioni di preparazione in vista di questo appuntamento delle amministrative.
Tutti i seggi alle 18 erano costituiti regolarmente e chiusi, per riaprire stamani, come informa l’ufficio elettorale provinciale presso la Prefettura. 
Schede, verbali, cabine e scrivanie sono state sistemate: sono stati riconfermati tutti i componenti di seggio del primo turno, tranne la presidente della sezione 37 della Tricca che è stata sostituita dopo essersi dimessa. Al primo turno questa sezione non è riuscita a completare lo spoglio nei tempi previsti e le schede sono state ricontate il giorno dopo in Tribunale. 
Ai presidenti e ai segretari saranno affiancati quattro scrutatori.
Tutte le sedi dove sono costituiti i seggi elettorali, allestiti nelle scuole del capoluogo che riprenderanno le lezioni mercoledì 7 ottobre, sono state oggetto di una adeguata e accurata sanificazione per rispettare tutte le disposizioni in materia di prevenzione della diffusione del Coronavirus. 
Collegati alla sezione attivata all’ospedale San Donato ci saranno poi due seggi speciali “volanti” chiamati a raccogliere le espressioni di voto di quanti sono in isolamento domiciliare causa Covid. In questo caso saranno raggiunti al proprio domicilio da personale della Regione Toscana debitamente formato per l’emergenza sanitaria. Alle 17 di ieri le richieste arrivate per il voto a domicilio per i soggetti sottoposti a misura di quarantena erano 26.
Sulla scheda elettorale, secondo l’ordine estratto, si troverà a sinistra Luciano Ralli e a destra Alessandro Ghinelli, ai quali sono collegati i simboli delle rispettive liste. 
Una volta chiusi i seggi, domani, via alle operazioni di scrutinio delle schede. 
In questo turno di ballottaggio gli elettori potranno esprimersi solo per il primo cittadino. Il Consiglio comunale di fatto è già stato eletto al primo turno seppur con scenari diversi a seconda di chi sarà eletto sindaco. Due le opzioni che, a seconda di chi uscirà vincitore dalla urne, definiranno la composizione e gli schieramenti di maggioranza e opposizione all’interno del “parlamentino” di Palazzo Cavallo.

L'attesa degli sfidanti
Famiglia, libri e vicinanza ai seggi. La corsa finale alla carica di primo cittadino ha questi connotati. I candidati a sindaco di Arezzo si divideranno in questi due giorni di ballottaggio fra l’attesa per l’esito del voto e ciò che amano di più. Al centro, per entrambi, la famiglia che li ha visti lungamente impegnati nei giorni di campagna elettorale. Il sindaco uscente, l’ingegnere Alessandro Ghinelli, candidato del centrodestra, andrà a votare stamani, tra le 12 e le 12.30, alla sezione 33 della Tricca dove vota abitualmente da anni, insieme al figlio. 
Seguirà poi un pranzo privato in un ristorante in compagnia del figlio e della fidanzata Marjorie Layden. Il pomeriggio lo passerà all’insegna del relax, leggendo qualche libro. Domani attenderà l’esito del voto al suo punto elettorale in piazza San Francesco.
Anche il candidato a sindaco per il centrosinistra, il dottor Luciano Ralli, andrà a votare stamani, alle ore 11, al seggio di Santa Firmina. Seguirà un pranzo in famiglia. Ralli passerà la domenica facendo un giro fuori dai vari seggi, stando vicino ai rappresentanti di lista, così come domani quando poi attenderà l’esito del voto nella sua abitazione.