Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, caccia ai ladri acrobati del Todis che hanno sventrato la cassaforte. Magro bottino

  • a
  • a
  • a

Ladri acrobati al supermercato. Una banda di professionisti del crimine ha preso di mira il Todis in via Umbro Casentinese alla immediata periferia della città. Magro il bottino, circa ottomila euro, a fronte di una azione studiata con grande cura, programmata nei minimi dettagli e messa in atto con lucidità. 
Il gruppo di malviventi, forse quattro persone, ha agito nella notte tra sabato e domenica con l’obiettivo di mettere le mani nei soldi disponibili nel negozio. Utilizzando il flessibile è stata sventrata la cassaforte. E con il bottino i ladri si sono dileguati nella notte facendo perdere le loro tracce, almeno per ora. 
Il primo atto dell’incursione ladresca è stato l’accesso al capannone avvenuto dalla copertura, dopo aver disattivato il sistema d’allarme. I malviventi evidentemente già sapevano che una porzione del tetto era vulnerabile: chiusa, pare, con del legno e quindi forzata con facilità. La banda si è così dedicata a ricavare un foro ampio per il passaggio di una persona, dal quale introdursi nel supermercato calandosi di sotto con una fune. Una volta dentro al Todis, i ladri si sono dedicati alla cassaforte. Probabilmente pensavano che ci fosse una cifra più voluminosa da asportare dopo il fine settimana. Ma il raid, a quanto risulta dagli inquirenti, avrebbe fruttato soltanto ottomila euro. Pochi. Non è chiaro se questo è avvenuto perché al momento del furto non c’era altro denaro contante oppure se il bersaglio grosso non è stato centrato bene dagli intrusi. Ieri mattina in via Umbro Casentinese sono arrivati gli investigatori della questura e gli uomini della scientifica per raccogliere i primi elementi intorno ai quali impostare le indagini. Oltre a tracce, residui della scorreria, utensili eventualmente rimasti a terra, saranno come sempre preziose le immagini estratte dalle telecamere che coprono la zona. Attività degli inquirenti in pieno svolgimento e campanello d’allarme che squilla per tutto il territorio: i predatori di market, aziende e case sono tornati.