Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, blitz nel borgo della droga: spaccio anche in pizzeria e bar, in 20 caduti nella rete dei carabinieri

  • a
  • a
  • a

L’hanno chiamata operazione Ricavo per gli ingenti introiti del commercio di droga e per il nome della località nella frazione di Levane, nel comune di Montevarchi, dove si trovava il quartier generale del gruppo dedito al traffico di stupefacenti. L’attività dei carabinieri si è conclusa alle prime luci dell’alba di oggi, mercoledì 7 ottobre 2020. Nove le misure cautelari scattate tra la provincia di Arezzo e l'Albania, dopo gli 11 arresti in flagranza di reato (di cui 5 per e 6 per furto aggravato avvenuti nel corso delle indagini.

Lo spaccio di cocaina e marijuana, seguito fin dalla primavera 2018 dagli inquirenti, secondo quanto accertato con pedinamenti, appostamenti e intercettazioni, si svolgeva in alcuni esercizi commerciali di San Giovanni Valdarno (una pizzeria) e di Levane (un bar), e presso una proprietà immobiliare del soggetto di vertice del gruppo, costituita da un complesso abitativo in un vasto appezzamento di terreno a Levane.

In quest’ultimo caso, la disponibilità dell’immobile - in zona isolata e difficilmente raggiungibile, servito da un’unica strada d’accesso - ha rappresentato di per sé un ulteriore elemento di ostacolo per le investigazioni, in quanto consentiva agli acquirenti di avere sempre a disposizione un punto di riferimento, che potevano raggiungere senza necessariamente prendere un previo appuntamento telefonico; data la posizione dominante del casolare, garantiva, nel caso di controlli da parte delle Forze dell’Ordine, di venirne a conoscenza con buon anticipo, così da consentire agli indagati di valutare eventuali opzioni di fuga, così come l’occultamento dello stupefacente; proprio ai fini dell’occultamento, la vastità della proprietà e la presenza di folte macchie boschive offrivano agli indagati infinite possibilità per nascondere lo stupefacente.

Il bilancio dell’attività della compagnia carabinieri di San Giovanni Valdarno si riassume in queste cifre: arresto in flagranza di reato di 11 persone; denuncia di altre 13 persone; rinvenimento e sequestro di 110 gr. di cocaina e di 10 piante di cannabis; svariate centinaia di cessioni di sostanze stupefacenti, perlopiù del tipo cocaina e marijuana documentate; segnalati 10 soggetti come assuntori di sostanze stupefacenti. Oggi i carabinieri del Comando Provinciale di Arezzo hanno agito con l’ausilio di unità cinofile, con la collaborazione di personale del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Ministero dell’Interno e delle forze di polizia albanesi, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo, per eseguire 9 misure cautelari – di cui 6 Ordinanze di Custodia Cautelare in carcere e 3 obblighi di dimora con permanenza domiciliare notturna – nei confronti di altrettanti soggetti gravemente indiziati