Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, telefona ai carabinieri: "Mi svaligiano casa". Non era furto ma lite con i parenti, denunciato per procurato allarme

  • a
  • a
  • a

"Correte, i ladri mi svaligiano casa". Ma non era un furto e il cittadino si prende la denuncia per procurato allarme. E' successo ad Arezzo, in una zona residenziale, dove i carabinieri del Radiomobile della Compagnia martedì 3 novembre sono intervenuti con due pattuglie in seguito alla richiesta di aiuto al 112. Nella chiamata alla centrale dei carabinieri si riferiva di un'azione ladresca in atto. Ma una volta giunti sul posto, i militari hanno accertato tutta un'altra storia. Una lite tra parenti. Secondo quanto riferiscono i carabinieri era in atto da parte dei parenti dell'uomo lo spostamento di mobili per effettuare lavori programmati nell'immobile dove vive il cittadino che ha chiamato il 112. Non un furto quindi ma una controversia di ambito familiare. Fatto sta che per il sessantenne autore della richiesta di intervento l'episodio potrebbe avere strascichi giudiziari.