Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, addetto alla macelleria di un market a Castiglion Fiorentino vende sottobanco prosciutti per comprarsi la droga

  • a
  • a
  • a

Nei supermercati non ci sono solo i clienti che tavolta rubano la merce dagli scaffali, ma può capitare che l'occasione renda ladro il dipendente. E' successo a Castiglion Fiorentino dove l'addetto alla macelleria che si trova all'interno del Penny è stato denunciato perché si appropriava di prosciutti. E gestiva un vero traffico illecito. Gli ammanchi nel settore di sua competenza avevano dato nell'occhio perché i conti non tornavano ed è iniziata l'attività di indagine della Polizia Municipale guidata dal comandante Marcellino Lunghini. E' stato un vigile fuori servizio a notare movimenti anomali la domenica mattina fuori dal supermercato chiuso. Alla fine la denuncia ha colpito un uomo di 39 anni, si Signa (Firenze) ma residente a Cortona. Oltre ai prosciutti a sparire erano birre e formaggi. L'indagine, svolta dopo aver informato i responsabili del punto vendita, è sfociata nella contestazione dei reati di furto e appropriazione indebita. Il 39enne  avrebbe dichiarato che i soldi ricavati dalla vendita illecita gli servivano per comprare la droga, in quanto tossicodipendente.