Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Giani: "Siena e Grosseto fuori dalla zona rossa", Ghinelli: "Arezzo stessa Asl, tutti o nessuno"

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Mentre il sindaco di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna ringrazia il presidente della Regione, Eugenio Giani, da questa parte, il primo cittadino di Arezzo, Alessandro Ghinelli non accetta quanto proposto dal Governatore. Eugenio Giani, ha infatti dichiarato che presto potrebbe chiedere al governo di far uscire le province di Grosseto e Siena dalla zona rossa. “Io penso di chiederlo, naturalmente per quelle zone in cui devo valutare una certa stabilità di dati positivi da 14 giorni a questa parte - ha detto Giani - Potrebbe trattarsi delle province di Grosseto e Siena, comunque ritengo che questo non avvenga oggi”. (cioè ieri durante l’incontro Stato-Regioni ndr). Una dichiarazione che se accontenta da una parte, scontenta la zona aretina, considerato che Siena, Arezzo e Grosseto fanno parte della stessa Asl. E così Ghinelli al termine della diretta sempre dalla sua casa di campagna - il sindaco è in isolamento volontario - ha risposto così alle parole di Giani: “Il commento che posso fare - sottolinea - e senza polemica, è questo e cioè visto che siamo gestiti da un’unica azienda sanitaria che raccoglie le tre province di Siena, Arezzo e Grosseto e che la stessa azienda insieme alla Regione ha fatto una scelta ben precisa e cioè di creare due ospedali Covid uno ad Arezzo e uno a Grosseto lasciando indenne le Scotte, non mi pare corretto che in questo momento si rilascino città che non hanno avuto il carico di ospedali Covid come hanno avuto la provincia di Arezzo e per certi versi, anche se in misura minore, quella di Grosseto”. “O si è figli tutti della stessa mamma - sottolinea ancora Ghinelli - oppure ognuno fa per sé. E allora l’ospedale Covid di Arezzo deve funzionare come ospedale Covid di Arezzo e non per una ridistribuzione di area vasta. Non voglio fare né il separatista e né il polemico, però non ritengo di potere accettare inerme una proposizione di tale genere del nostro presidente regionale”. Di tutt’altro umore invece il sindaco di Grosseto, Vivarelli Colonna che su facebook, dopo le dichiarazioni di Giani scrive: “Il presidente Giani accoglie il mio appello. Ora tocca al governo nazionale. Se i dati sanitari confermassero questa possibilità, ciò consentirebbe alla nostra provincia, assieme a quella di Siena, di tornare alla zona arancione, con un maggiore margine di azione per tante attività economiche che adesso sono penalizzate”, osserva il sindaco. “Mi auguro, come da mio appello pubblico lanciato nel weekend al governatore della Regione Eugenio Giani, che questo possa avvenire in breve tempo - prosegue Vivarelli Colonna - Tutto ciò sempre tenendo conto che siamo in una situazione di emergenza e nel massimo rispetto delle norme, attenzione che io stesso continuerò a chiedere, con tutti gli strumenti che ho a disposizione, ai cittadini grossetani”.