Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, amore più forte della zona rossa: coppia si sposa lo stesso, in sei al matrimonio e cena da asporto per due

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Sposarsi in zona rossa nel modo più semplice e frugale, senza rimandare a domani (al post emergenza Covid) ciò che puoi fare oggi: e cioè coronare una bella storia d’amore. E’ quello che hanno scelto di fare Andrea Migliorati e Maria Pagani. Lui di Castiglion Fiorentino e lei di Cortona, suggellando la loro unione hanno anche superato tutti i problemi di dpcm che vietano spostamenti tra un comune e l’altro. “Perché l’abbiamo fatto ora? Avevamo voglia di famiglia. Di stabilizzare la nostra relazione, ora, subito, senza aspettare che siano cessate le restrizioni”, dice Andrea, uno dei migliori fotografi della provincia di Arezzo, che in prima persona ne sa qualcosa del “lockdown” degli eventi, matrimoni compresi. “Con la pandemia quanto lavoro saltato... tutte le cerimonie annullate. Ma non potrò dire che nel 2020 non ho fatto neanche un matrimonio... Il mio sì”.

Le nozze sono state celebrate in forma civile sabato dal sindaco Mario Agnelli nella splendida ex chiesa di Sant’Angelo al Cassero. Oltre ad Andrea e Maria, erano presenti i testimoni: il fratello dello sposo e una sorella della sposa. Cinque, stop. Anzi no, sei, perché al matrimonio, nel rigoroso rispetto delle restrizioni, ha partecipato Carlo Landucci nella duplice veste di fotografo (anche lui con i fiocchi) e grande amico di Andrea. “Io e Maria intendiamo anche sposarci in chiesa con rito religioso ma lo faremo quando sarà possibile. Anche per i festeggiamenti e per il viaggio non c’è fretta, ci sarà modo. Certo, è stato strano essere noi soli, con i nostri familiari le amici lontani. Ma quello che conta è l’essenza della cerimonia, il suo significato”.

Sotto l’aspetto logistico, c’è anche la praticità, ora, di non dover temere nulla se Maria, che faceva la pendolare tra Cortona e Castiglion Fiorentino dove è impiegata in uno studio, al di là delle “comprovate necessità di lavoro” si trattiene nel paese del Cassero. Ora i due vivono sotto lo stesso tetto a Castiglioni. Il sindaco Agnelli, a nome suo e della comunità castiglionese, ha sottolineato sui social la buona notizia postando la foto nuziale, tutti in mascherina, e la frase augurale: “Matrimonio civile a Castiglion Fiorentino in "zona rossa". Ogni bene e tanta felicità per Andrea e Maria da ieri sposi che nonostante tutto hanno voluto pronunciare in Sant'Angelo il loro fatidico sì.”

E invece dei chicchi di riso, sui neo sposi sono arrivati centinaia di like: oltre settecento, con oltre 400 commenti. Per Andrea e Maria, un fine settimana di luna di miele nel perimetro di Castiglion Fiorentino. Felici di aver costruito la famiglia che volevano. E pazienza se invece del ricevimento con gli invitati hanno consumato la cena da asporto, soli in casa, ordinata in un ristorante. Cin cin compreso.