Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, addio a Bruno Subbiani: come musicista si esibì al Festival di Sanremo, ha gestito il Principe e altri locali

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Musica e mondo dei locali da ballo in lutto: è morto Bruno Subbiani. Musicista, bassista per la precisione, nel 1975 arrivò ad esibirsi al Festival di Sanremo (condotto da Mike Bongiorno) con il gruppo Kriss and Saratoga composto da giovani di Subbiano e Arezzo. Bruno Subbiani in quel periodo ha suonato in molte balere e prestigiosi locali d'Italia ma anche all'estero, per poi intraprendere l'attività di gestore di locali di Arezzo e provincia fino a diventare un punto di riferimento per tanti.

Subbiani è morto improvvisamente a 68 anni e i funerali saranno celebrati domani, mercoledì 2 dicembre, alle 11.45 a Subbiano. Bruno Subbiani, che di mestiere era postino, lascia la moglie Rossella e la figlia Angela. Conosciutissimo nel settore musicale e dell'intrattenimento, era anche consigliere di Silb Confcommercio, associazione di categoria.

Con Assuero Verdelli aveva condiviso l'epopea del Principe fin dall'apertura nel centro di Arezzo e successivamente, in tempi più recenti, aveva rilanciato il glorioso nome del Principe con il locale di via Newton, insieme a Rosalba Occhiolini e Franco Sisti, con il consenso di Carla Verdelli, figlia del maestro Assuero, per l'utilizzo dello storico nome.

Profondo intenditore di musica, persona cordiale e squisita, ha di fatto accompagnato per decenni la vita degli aretini sotto il profilo dell'intrattenimento creando momenti di incontro, accoglienza e divertimento. Commozione nel mondo musicale aretino per la prematura scomparsa di un personaggio che ha onorato in modo moderno la terra di Guido Monaco, inventore delle note musicali, a partire dalla musica sia melodica che progressive che ha suonato con il complesso degli inizi, che come esperto gestore di locali nei quali la musica è stata l'ingrediente principale, tra dischi ed esibizioni live. Un settore che a causa dell'emergenza Covid sta attraversando un periodo difficilissimo.

Luca Serafini