Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morto l'ex corridore Aldo Moser, le ciclostoriche della provincia di Arezzo esprimono cordoglio

  • a
  • a
  • a

Addio ad Aldo Moser.  Ex corridore professionista, ha aperto la strada ai fratelli Enzo, Diego, Francesco e ai nipoti Moreno e Ignazio. Aveva 86 anni. Le ciclostoriche della provincia di Arezzo partecipano al cordoglio. Ricordi di Aldo Moser compaiono nelle bacheche di manifestazioni di ciclismo vintage come L'Intrepida e l'Ardita dove i Moser sono di casa.

"Aldo è stato presente più di volte ad Anghiari nelle passate edizioni de L'Intrepida assieme al fratello Francesco e si è sempre distinto per gentilezza, disponibilità, amore per la bici e voglia di divertirsi assieme a tutti gli intrepidi", scrivono gli organizzatori della ciclostorica della Valtiberina che quest'anno per l'emergenza sanitaria non si è svolta. "Al nostro Amico Francesco e a tutta la famiglia Moser l'abbraccio di Anghiari e de L'Intrepida in questo momento di dolore."

Il decesso di Aldo Moser è avvenuto per complicazioni legate al Covid. Era nato a Giovo (Trento) e si è spento questa mattina, 2 dicembre 2020. Era ricoverato in ospedale a Trento. Era il primogenito della famiglia trentina che ha scritto la storia e la leggenda del ciclismo italiano.

"Professionista dal 1954 al 1974, conta dodici successi in carriera. Ci lascia un grande campione, condoglianze alla famiglia", scrivono gli organizzatori de L'Ardita ciclostorica dell'Alpe di Poti di Arezzo.  

Tra le affermazioni in carriera di Aldo Moser ci sono 1 Coppa Agostoni, 2 Trofeo Baracchi e 1 Coppa Bernocchi, ha partecipato 16 volte al Giro d'Italia arrivando 5° nel 1956 e vestendo per 2 giorni la maglia rosa (nel 1958 prima e nel 1971 poi) e ha inoltre preso parte in 4 occasioni ai Mondiali di Ciclismo con la nazionale azzurra.