Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Calcio, l'Arezzo si prepara a ricevere la capolista Sudtirol e piange per la scomparsa di Roberto Albiani

Federica Guerri
  • a
  • a
  • a

Vigilia di un nuovo appuntamento col campo. L'Arezzo di mister Camplone ospita domani, domenica 6 dicembre, la capolista Sudtirol tra le mura amiche del Comunale. Una sfida che arriva dopo una settimana movimentata con la sconfitta casalinga contro la Sambenedettese nel recupero di mercoledì e soprattutto dopo l'esonero del direttore generale Riccardo Fabbro, del fratello Edoardo, addetto all'arbitro, e del responsabile marketing Fabiano Taliani, che hanno sorpreso tutti in un momento piuttosto delicato per la squadra appena uscita dal tunnel del Covid e costretta ad una cavalcata estenuante fino a Natale per recuperare le partite rinviate a causa del virus che ha lasciato non pochi strascichi dentro lo spogliatoio. 

Ma adesso c'è da pensare solo al campo e ad una classifica da rimpinguare al più presto. A partire da domani contro il Sudtirol. Appuntamento di cartello alle 15 al Città di Arezzo. Una sfida che non sarà affatto facile. Il Sudtirol viene dal pareggio interno contro il Perugia che ha frenato la corsa degli altoatesini dopo tre vittorie consecutive. Con 26 punti in classifica la formazione allenata da mister Stefano Vecchi occupa la prima posizione di classifica insieme al Padova e vanta il primato di miglior difesa del campionato. Solo 8 i gol subiti dagli altoatesini in 13 partite disputate con un ruolino che fuori casa è quasi migliore di quello casalingo. Sette vittorie, cinque pareggi e un'unica sconfitta per la squadra di Vecchi con 14 dei 26 punti raccolti lontani da Bolzano. Dopo il Padova gli altoatesini vantano anche il miglior attacco del girone con 21 gol messi a segno (di cui11 fuori casa).

Dunque non sarà una passeggiata per gli uomini di mister Camplone che devono ancora ritrovare la forma e che vengono dal turno infrasettimanale nel quale sono state spese molte energie. La squadra sta proseguendo con allenamenti differenziati per chi ha giocato, chi no e chi deve ancora ritrovare la condizione dopo il Covid (tra cui Cerci che potrebbe tornare ad essere tra i convocati contro il Sudtirol). Nella consueta conferenza stampa il mister dovrebbe dare indicazioni maggiori sulla formazione che cercherà di battere gli altoatesini.

C’è purtroppo da registrare un lutto in casa amaranto, si è spento all'età di 75 anni Roberto Albiani, per tutti il "Pipetta", storico dirigente accompagnatore per 25 anni al seguito del Cavallino, ruolo che ha ricoperto fino alla stagione 2009-2010, l'ultima dell'era Mancini culminata con la mancata iscrizione al campionato di serie C. I funerali si svolgeranno questa mattina, sabato 5 dicembre, alle 11.00 nella chiesa di Olmo.