Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ristruttura casa in Friuli e trova la firma di un soldato di Arezzo: "Aiutatemi a ritrovare Domenico Bianchini"

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

“Cerco i discendenti di Domenico Bianchini di Arezzo, aiutatemi a trovarli”. L’appello arriva da lontano da Adegliacco, frazione del comune di Tavagnacco in provincia di Udine. A farlo è Barbara d’Angelo, avvocato del posto che mentre stava ristrutturando casa ha trovato sul solaio tre firme e tra queste quella di Domenico Bianchini di Arezzo. “Ho comprato questa casa molto antica alcuni mesi fa, tanto che ne troviamo testimonianza anche nelle cartine napoleoniche”, racconta Barbara. “Mentre stavo ristrutturando il solaio ho trovato tre firme lasciate durante la seconda guerra, Domenico Bianchini di Arezzo, Duilio Lodi di Mantova e Giuseppe Fiorani. Accanto ai nomi delle date. 1916 che probabilmente era la data di nascita proprio di Domenico Bianchini e 1939 che invece, indica sicuramente il periodo nel quale avevano soggiornato in quella casa”. Ma ciò che ha colpito in particolare modo Barbara è proprio quella firma di Domenico Bianchini. “Il suo nome è ripetuto più e più volte sulle travi del solaio. Come se davvero volesse farsi trovare o come per lasciare un segno del suo passaggio a quelli che sarebbero venuti dopo”. Adesso la nuova padrona di casa cerca quelli che sono i discendenti di Domenico Bianchini. “Ho lanciato l’appello - dice Barbara - sia sul gruppo di Arezzo che su quello di Mantova di facebook per ritrovare anche Duilio Lodi. Di Giuseppe Fiorani invece non ho elementi geografici”. Ieri, tra i tanti commenti, anche una risposta. Quella di Renza Martini che, facendo delle ricerche ha scritto: “Domenico Bianchini e Duilio Lodi non risultano in nessun elenco di caduti o dispersi della seconda guerra Mondiale, quindi sicuramente sono ritornati a casa loro. Per quanto riguarda Giuseppe Fiorani, se fosse lui, purtroppo c'è un Giuseppe Fiorani nato il 28 maggio 1920 di Saludecio, che è un comune in provincia di Rimini. Di lui c’è una data di decesso-dispersione: 24 giugno 1944 e il luogo di decesso: Balcania. Andando a cercare ancora, scopro che Giuseppe Fiorani è stato catturato dai tedeschi”. Sfogliando la pagina del servizio cimiteriale di Arezzo, si scopre che tra i diversi Domenico Bianchini che sono deceduti ce n’è uno che è morto anche lui il 24 giugno 1944 e riposa nel cimitero di Palazzo del Pero. L’appello comunque è lanciato: se qualcuno conosce i discendenti di Domenico Bianchini che ha soggiornato in provincia di Udine, lo segnali. “Mi piacerebbe conoscere i discendenti solo far sapere loro che questi tre giovani soldati sono passati di qua e spero siano tornati a casa, sani e salvi”.