Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coppia di fidanzati sorpresa a rubare in chiesa: arrestati. I carabinieri li pedinavano: "Ladri seriali"

  • a
  • a
  • a

Fidanzati arrestati dai carabinieri in Valtiberina. Sorpresi dentro alla chiesa di Promano (Città di Castello) intenti a mettere le mani sulla cassetta delle offerte. E' successo la mattina di venerdì 11 dicembre e ad agire sono stati i militari dell'Arma di Sansepolcro (Arezzo) che da tempo si occupavano della coppia, lui di Perugia, lei della Valtiberina toscana.

Lo scorso mese di novembre, infatti, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Comando Compagnia di Sansepolcro, a seguito di una lunga e complessa attività d’indagine, avevano denunciato i due in stato di libertà per una serie di furti su distributori di lavanderie automatiche con un danno economico complessivo alle attività commerciali di circa 20 mila euro.

Da quella indagine era partita un nuovo filone: erano emerse evidenze sul fatto che la coppia avesse nei suoi obiettivi anche luoghi sacri, autovetture parcheggiate e cimiteri.  I due, dopo la denuncia a piede libero, sono stati costantemente monitorati dai Carabinieri, probabilmente anche con il satellitare, e alla fine sono stati colti nella flagranza di compiere un furto all’interno  della chiesa di Promano.

Si muovavano con una Fiat 500 bianca. Entrambi erano ben equipaggiati di tutti gli arnesi atti allo scasso, con cacciaviti, grimaldelli, coltelli e una mazza. I due, 44enne l’uomo e 27enne la donna, entrambi con precedenti di polizia alle spalle, saranno presentati al giudice del Tribunale di Perugia nella mattina di oggi, sabato 12 dicembre, per il rito direttissimo. Dovranno rispondere dei reati di furto aggravato in concorso, continuato.