Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Calcio, serie C: il Modena batte l'Arezzo che resta sempre più ultimo. Ora al Comunale arriva il Fano

Bryan Piovosi
  • a
  • a
  • a

Arriva la sesta sconfitta interna (0-1 contro il Modena) per l’Arezzo che è sempre più ultimo in classifica. Mercoledì c’è il recupero contro il Fano, sempre al Comunale e per l’Arezzo è davvero importante portare a casa i tre punti in chiave salvezza che al momento sembra sempre più difficile da raggiungere.

Camplone propone il modulo 3-5-2, nella formazione esce Kodr per Baldan, Sala in porta, Borghini, Cherubin e Baldan in difesa, Luciani, Bortoletti, Arini, Belloni e Benucci a centrocampo, Cutolo e Pesenti in attacco; il Modena è in zona play-off, venticinque punti in quattordici partite. Mister Mignani adotta il 4-3-1-2; arbitro il sig. Claudio Panettella di Gallarate, assistenti i sig. Maicol Ferrari di Rovereto e Egidio Marchetti di Trento, quarto uomo il sig. Luca Angelucci di Foligno. Prima della gara doveroso minuto di silenzio per ricordare Paolo Rossi.

In avvio la partita è equilibrata, il Modena tiene palla ma non imbastisce azioni di rilievo, l’Arezzo è presente e tiene botta con alcune rapide ripartenze; al 15’ la prima occasione, l’Arezzo è in avanti e su un cross che taglia tutta l’area di rigore Benucci stoppa di petto davanti alla porta ma calcia alto; l’Arezzo con le ripartenze è molto pericoloso, a metà della frazione Cutolo si è fatto due volte il coast-to-coast lungo il campo, ma sulla trequarti non c’è mai un’idea per giungere alla conclusione; il Modena dal canto suo al momento delude, non è incisivo, gioca lento, l’Arezzo potrebbe colpire anche al 40’ quando Bortoletti riceve sulla destra, resiste ad una carica, però in area di rigore si fa anticipare in angolo. Si va così al riposo dopo un solo minuto di recupero.

Ad inizio ripresa il Modena sostituisce Castiglia con Prezioso e alla prima azione trova il gol del vantaggio. Sulla fascia sinistra Varutti scodella un filtrante per Monachello, il quale è solo in area e fredda Sala con un tiro preciso; il Modena a questo punto diventa padrone del campo, controlla con il possesso palla mentre l’Arezzo ha perso anche la capacità di ripartire. Ospiti che sfiorano il raddoppio con una conclusione di Gerli da fuori, Sala respinge di pugno; altri cambi, Cerci per Cherubin per l’Arezzo, Muroni e Spagnoli per Monachello e Scappini per il Modena; all’82’ cross di Belloni da sinistra, Arini di destro al volo manda alto da buona posizione, nel finale infortunio per Pesenti, sostituito da Zuppel, poi Sussi dà il cambio a Cutolo, per il Modena Milesi per Bearzotti.

Negli oltre cinque minuti di recupero l’Arezzo ci prova ma finisce 1-0 per il Modena; è un Arezzo ben organizzato, ma con due problemi grossi, l’assenza di inventiva negli ultimi venti metri e la folle consuetudine di prendere gol o ad inizio partita o ad inizio secondo tempo. Mercoledì c’è il recupero col Fano.

AREZZO (3-5-2):[ Sala; Borghini, Cherubin (22' st Cerci), Baldan; Luciani, Bortoletti, Arini, Belloni, Benucci; Cutolo (43' st Sussi), Pesenti (43' st Zuppel). A disposizione: Loliva, Gagliardotto, Soumah, Foglia, Nader, Maggioni, Di Nardo, Merola, Di Paolantonio.
Allenatore: Andrea Camplone.
MODENA (4-3-1-2): Gagno; Bearzotti (47' st Milesi), Zaro, Pergreffi, Varutti; Davì, Gerli, Castiglia (1' st Prezioso); Tulissi; Monachello (30' st Muroni), Scappini (35' st Spagnoli). A disposizione: Narciso, Chiossi, Mignanelli, Ingegneri, Sodinha, Laurenti, Stefanelli, Costantino.
Allenatore: Michele Mignani.
ARBITRO Claudio Panettella di Gallarate (Maicol Ferrari di Rovereto - Egidio Marchetti di Trento). Quarto uomo: Luca Angelucci di Foligno.
RETI: st 4' Monachello.
Note: partita a porte chiuse. Recupero: 1' + 5'. Angoli: 4-5. Ammoniti: st 29' Belloni.