Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo in zona gialla fino a mercoledì: meno limitazioni e più controlli: cinque multe per le mascherine

 Il comandante Aldo Poponcini

Alessandro Bindi
  • a
  • a
  • a

Da oggi Arezzo in zona gialla ma solo fino a mercoledì. Poi alternanza tra l’arancione e il rosso in attesa di veder rallentare le limitazioni a partire del 7 gennaio. 
Il Decreto Natale comporterà forti limitazioni alla mobilità degli aretini e restano alte le cautele da adottare per mantenere il distanziamento sociale in modo da tenere lontano il virus. In strada la Polizia Municipale pattuglierà per verificare il corretto uso delle mascherine e l’adozione di tutte le disposizioni dettate per contrastare il Coronavirus. 
I controlli saranno inversamente proporzionali alla colorazione delle zone gialle, arancioni e rosse. Al diminuire delle restrizioni, corrisponderà un aumento dell’attenzione mirata a evitare assembramenti e situazioni che possano compromettere le strategie adottate per far abbassare la curva dei contagi. 
“La Polizia Municipale” spiega il comandante Aldo Poponcini, “effettuerà controlli seguendo le indicazioni della Prefettura come tutte le altre forze dell’ordine”. Già da ieri gli agenti hanno verificato per le strade con particolare attenzione al mattino nella zona del mercato di via Giotto e in Corso Italia. Nell’arco della giornata sono state cinque le multe (una delle quali in un esercizio commerciale) per il mancato rispetto delle norme anti Covid. “Il sabato mattina” conferma Poponcini, “le pattuglie hanno effettuato controlli no stop al mercato e in Corso Italia ma anche nelle aree dello shopping per tutta la giornata”. In centro storico si sono allungate anche le code di fronte ai negozi ma nel rispetto del distanziamento. 
Il comandante Poponcini ricorda che in caso di sanzione, la multa peserà nelle tasche degli aretini per 400 euro, ridotte a 280 euro se sarà pagata entro cinque giorni. Non vale quindi la pena correre rischi e soprattutto di mezzo c’è la salute. Poponcini spiega anche che i controlli saranno più intensi man mano che le restrizioni si allenteranno. 
“Fino al 23 dicembre con la concomitanza con la zona gialla (spostamenti tra comuni consentiti, ma fuori regione soltanto oggi, domenica 20 dicembre), l’attenzione sarà massima. Poi dal 24, con il passaggio a zona rossa, si presume che ci sia meno bisogno di attenzione. Il colore più diventa chiaro e più aumenteranno i controlli perché sale il rischio di assembramento in zona arancione e gialla è più alto”. 
Per tutta la durata delle festività non ci saranno ferie per gli agenti della Polizia Municipale di Arezzo. “Lavoreremo a pieno ritmo con 30 persone ogni giorno. Siamo ancora in piena emergenza. Gli agenti hanno una gran mole di lavoro. Ai servizi ordinari si aggiungono i controlli anche delle quarantene e dei tamponi. I numeri stanno diminuendo ma il lavoro rimane intenso”.