Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus in Toscana, i nuovi casi sono meno di ieri (452) e calano i pazienti in terapia intensiva. Verso la zona gialla da lunedì

  • a
  • a
  • a

Coronavirus in Toscana: 452 nuovi cas (ieri erano 667), età media 55 anni. 23 decessi (ieri erano 18). I ricoverati sono 946 (27 in meno rispetto a ieri), di cui 139 in terapia intensiva (7 in meno). Mentre si attende per la serata di oggi, venerdì 8 gennaio, l'annuncio del Ministro della Salute Roberto Speranza sulla zona gialla a partire da lunedì 11, gennaio. la Regione ha diffuso il nuovo bollettino. Il virus circola ma la situazione è migliore rispetto ad altre zone del Paese.

Sono 452 i positivi in più rispetto a ieri,su un totale, da inizio epidemia, pari a 123.950 unità. I nuovi casi sono lo 0,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei 452 casi odierni è di 55 anni circa (l’11% ha meno di 20 anni, il 18% tra 20 e 39 anni, il 24% tra 40 e 59 anni, il 24% tra 60 e 79 anni, il 23% ha 80 anni o più).

I guariti crescono dello 0,6% e raggiungono quota 110.885 (89,5% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.945.061, 7.563 in più rispetto a ieri, di cui il 6% positivo. Sono invece 2.750 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 16,4% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 5.608 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 9.235, -2,8% rispetto a ieri. Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 946 (27 in meno rispetto a ieri, meno 2,8%), 139 in terapia intensiva (7 in meno rispetto a ieri, meno 4,8%).

Oggi si registrano 23 nuovi decessi: 11 uomini e 12 donne con un'età media di 82,9 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 10 a Firenze, 2 a Prato, 3 a Pistoia, 3 a Massa Carrara, 2 a Lucca, 1 a Pisa, 1 a Livorno, 1 a Siena.

Alcuni dei decessi comunicati agli uffici della Regione nelle ultime 24 ore si riferiscono a morti avvenute nei giorni/periodi precedenti.

Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.

Sono 34.555 i casi complessivi ad oggi a Firenze (110 in più rispetto a ieri), 10.637 a Prato (44 in più), 10.632 a Pistoia (17 in più), 7.810 a Massa (7 in più), 12.938 a Lucca (24 in più), 17.145 a Pisa (54 in più), 9.116 a Livorno (100 in più), 11.023 ad Arezzo (56 in più), 5.263 a Siena (24 in più), 4.276 a Grosseto (16 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 180 i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro, 176 nella Nord Ovest, 96 nella Sud est.

Toscana zona gialla 11 gennaio 2021

La Toscana si trova al 12° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 3.323 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 3.679 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 4.127 casi x100.000 abitanti, Pisa con 4.092, Massa Carrara con 4.008, la più bassa Grosseto con 1.929.

Complessivamente, 8.289 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (238 in meno rispetto a ieri, meno 2,8%). Sono 13.376 (821 in meno rispetto a ieri, meno 5,8%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 2.927, Nord Ovest 7.127, Sud Est 3.322).

Le persone complessivamente guarite sono 110.885 (694 in più rispetto a ieri, più 0,6%): 496 persone clinicamente guarite (68 in meno rispetto a ieri, meno 12,1%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 110.389 (762 in più rispetto a ieri, più 0,7%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Sono 3.830 i deceduti dall'inizio dell'epidemia cosi ripartiti: 1.291 a Firenze, 261 a Prato, 284 a Pistoia, 398 a Massa Carrara, 362 a Lucca, 449 a Pisa, 277 a Livorno, 223 ad Arezzo, 133 a Siena, 98 a Grosseto, 54 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 102,7 x100.000 residenti contro il 128,1 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (204,2 x100.000), Firenze (127,7 x100.000) e Pisa (107,2 x100.000), il più basso a Grosseto (44,2 x100.000).

Toscana dunque avviata verso la zona gialla, in base ai dati dell'indice di contagio Rt e della situazione nelle terapie intensive. Vanno verso l'arancione Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia, Veneto. Ma come detto l'annuncio ufficiale ci sarà questa sera.

La zona gialla che dovrebbe scattare l'11 pwe la toscana mantiene il coprifuoco notturno, dalle 22 alle 5 del mattino, con la raccomandazione di spostarsi per esigenze di lavoro, salute o necessità. Bar e ristoranti aperti fino alle 18, chiusura per palestre, piscine, cinema e teatri. Chiusi anche i centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione di negozi di alimentari, farmacie, edicole e tabacchi al loro interno. Lunedì è previsto anche il rientro in classe per gli studenti delle scuole superiori.