Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Calcio serie C, l'Arezzo accoglie Perez: "Benvenuto bomber". Rinforzo italo argentino in attacco per invertire la rotta

Federica Guerri
  • a
  • a
  • a

"Benvenuto bomber" scrive l'Arezzo nelle stories dei suoi profili social. E' arrivato nel primo pomeriggio di ieri allo stadio Comunale Città di Arezzo Leonardo Perez, rinforzo italo-argentino che va a completare l'attacco amaranto. Il giocatore che arriva dalla Virtus Francavilla ha già svolto le prime visite in amaranto e da oggi sarà a disposizione di mister Camplone. Classe '89, Perez milita da due stagioni nel club pugliese nel girone C di terza serie. Quasi trecento presenze e 50 gol tra i prof nel suo palmares. Prima del Francavilla ha vestito le maglie di Piacenza, Cosenza con cui ha conquistato la promozione dalla serie C alla B, Ascoli e Cittadella in serie B, tre stagioni a Pisa in serie C, Giulianova e Gubbio. 

Oltre a Perez l'Arezzo si era già mosso sul mercato per il reparto avanzato con gli innesti di Carletti dal Carpi (in prestito con diritto di riscatto dal Carpi) e Di Grazia (anche lui in prestito, dal Pescara). Per quanto riguarda la difesa invece l'Arezzo si è rinforzato con Sbraga dal Novara (triennale fino al 2023 con opzione per un altro anno) e Ventola, arrivato a titolo definitivo dal Pescara (contratto fino al 2023) mentre a centrocampo sono arrivati Altobelli a titolo definito dal Catanzaro che ha firmato fino al 2023 e Serrotti che, svincolato, ha un accordo con il club amaranto fino a fine stagione.

Ancora non ufficializzato, è tornato anche il portiere Melgrati che era già stato in amaranto due stagioni fa e che doveva essere già tesserato in autunno se non ci fossero stati impedimenti burocratici. 

Adesso l’attenzione è tutta per la prossima gara in programma domani contro il Cesena. La squadra osserverà nella giornata di oggi l’allenamento di rifinitura in vista della sfida che si giocherà alle 15 allo stadio Comunale. Prima partita del 2021 tra le mura amiche che attendono ancora la prima vittoria, qui infatti l’Arezzo ha conquistato tre dei suoi dieci punti in classifica frutto di tre pareggi e sei sconfitte mentre fuori casa il ruolino è lievemente più positivo.

Una rotta da invertire il prima possibile anche perché c’è assolutamente urgenza di fare punti vista la difficile situazione di classifica che partita dopo partita rende l’impresa salvezza sempre più ardua per il Cavallino. L’avversario, però, è di quelli tosti. Il Cesena è la squadra che in tutto il girone ha il ruolino migliore fuori casa con venti punti all’attivo, sei vittorie, due pareggi, una sconfitta e 16 gol fatti (solo il Sudtirol ha fatto di meglio con una rete in più). In totale 32 punti frutto di 9 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte e 28 gol all’ attivo che ne fanno uno dei migliori attacchi del campionato.