Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, effetto Covid sulle multe: 21 mila in meno in un anno ma quelle con autovelox aumentano. Incidenti: giovedì e venerdì giorni critici

Sonia Fardelli
  • a
  • a
  • a

Nel giorno della festa del patrono dei Vigili urbani San Sebastiano, la Polizia Municipale di Arezzo ha reso noto il bilancio del 2020. Un anno difficile dettato dall'emergenza sanitaria e in cui tutti sono stati costretti a cambiare abitudini: cittadini e forze dell'ordine. E sono cambiati anche i dati delle multe, scese di circa 21mila unità. Nel 2019 ne sono state elevate 76mila e nel 2020 solo 55mila, anche se aumentano gli automobilisti colti in fallo da autovelox e telelaser. "Il lockdown ho provocato tutto questo - ha detto il comandante Aldo Poponcini - la gente è stata più in casa e le multe sono calate: 11 mila in meno le contravvenzioni relative alla Ztl e 10mila in meno per il divieto di sosta."

Ma non per questo è diminuito il lavoro dei Vigili Urbani, che anzi con l'emergenza sanitaria si sono trovati a far fronte a nuove situazioni e tanti controlli in più. E anche in questo campo sono state elevate diverse multe. Mancato uso della mascherina, mancato rispetto delle prescrizioni previste per le attività economiche, mancato rispetto della distanza interpersonale, mancato rispetto della quarantena per persone positive al Covid: 270 sanzioni. "Il nostro lavoro è moltiplicato ed è stato anche più rischioso - ha ricordato il comandante Poponcini - I nostri agenti sono stati sottoposti a notevole stress e alcuni si sono anche ammalati. Se a maggio potevamo vantare nessun contagio, a ottobre dopo gli assembramenti estivi non è stato così: 12 agenti colpiti dal Covid, alcuni anche in maniera grave.

Da ottobre a novembre, oltre al nostro solito lavoro, abbiamo controllato 1.800 persone positive messe in quarantena, con un grosso rischio di contagio. Per fortuna c'è sempre stata grande collaborazione da parte di tutta la cittadinanza e nemmeno nei momenti più critici ci sono state risse o situazioni del genere come in altre città." Il sindaco Alessandro Ghinelli ha riconosciuto il grande lavoro svolto dalla Municipale ed ha promesso anche di rafforzare il Corpo, facendo arrivare l'organico a quota 100. "Se il contagio in città - ha detto il primo cittadino - è stato abbastanza contenuto lo dobbiamo al buon comportamento di tanti aretini, ma anche al grande lavoro dei Vigili Urbani. Personale che non ha mai usufruito di un solo giorno di lavoro da remoto. Sono sempre stati in strada ad affrontare le varie emergenze e al servizio dei cittadini. A settembre abbiamo rafforzato l'organico con 15 agenti, ora speriamo di arrivare presto a 100. Il numero giusto in rapporto alla popolazione e per poter svolgere al meglio il loro servizio."

Ed i numeri del bilancio 2020 confermano la grande mole di lavoro. In auto e moto, gli agenti hanno percorso 370.838 chilometri. Le multe staccate nel corso del 2020 sono state 55.417 di cui: 19.106 per sosta irregolare, 202 velocità pericolosa, 11.258 autovelox e telelaser (rispetto alle 6.977 di un anno fa), 47 sorpasso non consentito, 597 mancata comunicazione dati patente, 466 cinture di sicurezza non allacciate, 130 mancata revisione, 204 mancata assicurazione Rca, 279 uso del telefonino alla guida. In 350 sono passati con il rosso, 10 sono stati multati per mancato rispetto della distanza di sicurezza. Perfino il mancato uso del casco ha fatto scattare 6 sanzioni. 

La maggior parte delle sanzioni sono state per la circolazione in Ztl in orari vietati: 21.285. Tra le sanzioni accessorie 361 veicoli rimossi, 201 sequestrati, 75 e 44 rispettivamente le patenti e le carte di circolazione ritirate, 15.664 i punti delle patente decurtati in totale agli automobilisti aretini.

Rilevati 526 incidenti stradali, 251 con feriti e 275 senza. Due mortali. La maggior parte degli incidenti sono successi nei giorni di metà settimana, forse quelli dove il lavoro si fa più frenetico e sale il tasso di stanchezza o distrazione degli automobilisti. Lunedì 80, martedì 78, mercoledì 84, giovedì 95, venerdì 95, sabato 63, domenica 31. La PM ha emesso 191 comunicazioni di reato, 11 per guida in stato di ebbrezza e 6 in stato di alterazione psicofisica. Tre le omissioni di soccorso, 6 i veicoli rubati ritrovati. Gli abusi edilizi accertati 103 e 743 ore dedicate alla sorveglianza alle scuole; 580 i posti di blocco.

La centrale operativa ha alzato la cornetta per richieste di intervento 62.586 volte. Due progetti ambiziosi. "La creazione - hanno detto Ghinelli e Poponcini - di un Nucleo controllo autotrasporto e un Nucleo antievasione. E droni collegati alle telecamere con pilotaggio remoto per monitorare abusivi, aree colpite da calamità naturali o inaccessibili."