Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, distretto dell'oro: Cabro si scinde in due aziende e le strade delle famiglie Brogi e Castigli si dividono

Esplora:

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Scissione societaria per Cabro, azienda del distretto orafo di Arezzo fondata nel 1987 dalle famiglie Castigli e Brogi che ora proseguono l’attività su due strade distinte. Si è infatti conclusa in questi giorni una complessa operazione che ha sancito la divisione, anche giuridica, dell’azienda specializzata nella produzione, trasformazione e recupero di metalli preziosi (oro, argento, platino, palladio, rodio, rutenio e iridio).

Cabro negli ultimi tempi ha investito e accelerato nel versante della ricerca e sviluppo con una vasta gamma di nuovi prodotti altamente innovativi. Così le due anime dell’azienda sono giunte ad un bivio. La famiglia Brogi ha acquisito la totalità del capitale della società Cabro S.p.A. che si dedicherà così a proseguire nelle attività del ramo Chemicals and Coatings. L’operazione è stata condotta con l’assistenza degli Advisors Badiali Consulting – corporate finance – e la collaborazione specializzata di Bernoni Grant Thornton e Novalis Advisors – e con l’assistenza legale dello Studio Associato Pino. La famiglia Castigli proseguirà su San Zeno l’attività nella gestione del ramo Recovery & Refining attraverso la società Caurum s.r.l. Garantita la continuità aziendale nell’ottica della successione generazionale e del continuo sviluppo.

Garantito il mantenimento dei livelli occupazionali e l’obiettivo è di guardare al futuro con ottimismo, a fronte di concrete prospettive di incremento degli indicatori economici e finanziari. Con la scissione la famiglia Brogi, capitanata dal fondatore di Cabro Alessio Brogi si trova oggi a condurre un gruppo caratterizzato da un fatturato consolidato di oltre 50 milioni e oltre 40 Paesi serviti nel mondo ed un organico di circa 40 addetti, in sviluppo. Dati che confermano il posizionamento di Cabro S.p.A. - con sede in via Setteponti - tra i leader del mercato di riferimento e con un know how proprietario con il quale è in grado di confermarsi costantemente quale partner privilegiato delle più grandi multinazionali chimiche e farmaceutiche. Il Gruppo Cabro si completa inoltre con le realtà CRG a Sassuolo (MO) e Nanesa ad Arezzo.

Cabro opera nella produzione di materiali decorativi a base di metalli preziosi (Oro Liquido), composti chimici a base di metalli preziosi per la galvanica, catalisi, industria farmaceutica e altre (Sali), Film Spesso per il settore Automotive e Nanomateriali a base di Graphene. Ha partecipato a progetti europei e regionali e collaborato con le più prestigiose Università italiane ed Istituti di Ricerca. Cabro ha iniziato ad esplorare il mondo delle Nanotecnologie applicate ai metalli preziosi, realizzando un composto a base di oro fluorescente adatto al settore della tracciabilità e anticontraffazione. Il prodotto, invisibile alla luce solare, è veicolabile con facilità e può trovare applicazione su qualsiasi materiale, dai filati alla pelle, tessuti, plastiche e metalli. Con appositi lettori consente di proteggere il proprio oggetto con un’impronta digitale discreta, invisibile, inimitabile e affidabile.