Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Calcio serie C, per l'Arezzo mazzata dal giudice sportivo, striscioni dei tifosi contro gli arbitri. Derby di Perugia in tv

Federica Guerri
  • a
  • a
  • a

Tutti contro la direzione arbitrale. Mentre il direttore generale dell'Arezzo Guglielmo Manzo annuncia un dossier sugli episodi arbitrali di Arezzo-Feralpi Salò da sottoporre agli uffici competenti, i gruppi organizzati della Sud hanno appeso tre striscioni allo stadio all'interno del quale ha la sede la sezione aretina degli arbitri. "Arbitro Club, la vostra sede sarebbe nell'A.I.A." e "Torti arbitrali?A.I.A! A.I.A! A.I.A.!”, si legge in due degli striscioni mentre un terzo carica la squadra: "Anche se il vento soffia contro, testa alta e gamba tesa!".

La truppa di Stellone torna oggi al lavoro per preparare la sfida del Curi contro il Perugia che si giocherà domenica prossima all'ora di pranzo e per la quale il tecnico amaranto avrà più di un grattacapo. L'Arezzo contro il Grifone dovrà infatti fare a meno di Cherubin, Sbraga e Arini mentre Stellone perde il suo secondo Giorgio Gorgone.

Oltremodo pesante la mano del giudice sportivo che al vice allenatore ha comminato tre turni di squalifica: "per comportamento irriguardoso verso l'arbitro - si legge nel referto - Allontanato dal terreno di gioco, rientrando negli spogliatoi reiterava frasi offensive e minacciose". 

Due turni di squalifica per Cherubin per il quale il referto dice che ha: "volontariamente colpito con una manata al viso un avversario con il pallone non a distanza di gioco". Ricostruzione sulla quale l'Arezzo avrà di che dire nel dossier che ha intenzione di presentare. Un turno di squalifica per Sbraga "per aver giocato il pallone con le mani impedendo la segnatura di una rete" e infine un turno di squalifica anche per Arini per somma di ammonizioni.

Insomma, pronti via e Stellone è subito costretto a ridisegnare la difesa che appare più che in emergenza. Ecco perché l'Arezzo pare aver messo gli occhi addosso al difensore Paride Pinna per il reparto arretrato. Pare che l'affare sia già fatto e che manchi solo la firma del giocatore classe '92 ex Casertana e Cosenza da due anni in forza al club calabrese. Vedremo se si registreranno movimenti ufficiali in giornata. Adesso l'attenzione è tutta puntata sul derby col Perugia al quale l'Arezzo in emergenza di punti deve strapparne il più possibile per cominciare la risalita. 

La gara, in programma alle 12.30, oltre che su Sky in pay per view sarà trasmessa anche in diretta su Teletruria. Un derby particolarmente sentito dai tifosi che purtroppo dovranno restare davanti al televisore.