Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, cambio nella Lega ma il segretario Mattoni: "L'ho saputo dal giornale, rammaricato. In bocca al lupo a Grassi"

  • a
  • a
  • a

Si fa da parte ma rivendica il suo operato: Nicola Mattoni non sapeva della sua sostituzione alla guida della Lega, dice di averlo appreso dal Corriere di Arezzo che domenica scorsa ha riportato la notizia dell’imminente cambio della guardia. Esprime rammarico, il segretario provinciale del ‘carroccio’, ma augura in bocca al lupo al suo successore, l’avvocato Matteo Grassi, e darà ma forte alla Lega Salvini premier.

“Sono grato per il ruolo che mi è stato affidato in questi quattro anni”, premette il cortonese Mattoni. “Insieme ai militanti e ai sostenitori della Lega, macinando chilometri e organizzando eventi in tutta la provincia, lavorando per il partito gratuitamente, siamo riusciti ad ottenere grandi risultati. Abbiamo ottenuto di essere il primo partito della provincia di Arezzo attestandoci intorno al 30%”.

Nicola Mattoni, aggiunge: “Abbiamo più che triplicato i tesserati al partito ed abbiamo aperto tre sezioni, una in Valdarno, una a Sansepolcro e una in Valdichiana oltre alla sezione di Cortona che era già presente”. Nel bilancio dei quattro anni alla guida del partito, il segretario uscente ricorda: “Abbiamo vinto le elezioni a Cortona, permettendo al centrodestra di governare il comune per la prima volta dopo settanta anni. Sono stati anni intensi di duro lavoro, ma sicuramente di grande gratificazione personale e della squadra. Ho dato tutto me stesso con enormi sacrifici nell’esclusivo interesse della Lega e dei suoi valori”.

Poi Nicola Mattoni viene al punto: l’avvicendamento con Matteo Grassi, molto vicino alla senatrice Tiziana Nisini, di cui si parlava negli ultimi giorni negli ambienti politici aretini e che sarà sancito - salvo colpi di scena - nella riunione di venerdì del coordinamento regionale guidato dal commissario Mario Lolini. “Con profondo rammarico e dispiacere, senza entrare nel merito del modus operandi, mi sarei aspettato questa notizia con il relativo passaggio di consegne, non attraverso la carta stampata, ma attraverso una forma sostanziale che mi appartiene fatta di rispetto e di persone. La militanza si ha nel cuore e non negli incarichi ricevuti, proprio per questo continuerò a fare politica in qualità di capogruppo nel Comune di Cortona”.

La promessa di Mattoni: “Passione e dedizione non verranno mai meno, nel solo interesse esclusivo della nostra comunità. Ufficiosamente auguro un grosso in bocca al lupo a Matteo Grassi per l’incarico, non facile, che andrà a ricoprire, ma avrò modo di dirglielo di persona non appena qualcuno si degnerà di contattarmi”.