Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Calcio serie C, buio pesto per l'Arezzo che con il Gubbio (3 febbraio ore 17.30) prova a gettare le basi dell'impresa salvezza

  • a
  • a
  • a

E’ buio pesto in casa amaranto dopo la sconfitta nel derby di Perugia, l’inevitabile contestazione da parte dei tifosi e il silenzio stampa dietro il quale si è trincerato l’Arezzo per fare quadrato e tirarsi fuori dalla sabbie mobili. Silenzio e porte chiuse. Ieri e oggi allenamenti dentro lo stadio, senza occhi che guardano, senza distrazioni, nella speranza di scacciare i fantasmi, che sono tanti, nel turno infrasettimanale di domani contro il Gubbio (che domenica è caduto in casa contro la Samb). 

 

 

 

Quello di ieri non è stato però soltanto l’amaro day after Perugia, ma anche l’ultimo giorno di mercato nel quale si sono verificati gli ultimi movimenti. Diversi in uscita che ha alleggerito la rosa ma non troppo, uno in entrata.  Il volto nuovo è il baby Simone Stampete, attaccante classe 2002 che viene dai dilettanti dove ha vestito le maglie di Tor Tre Teste, Atletico Terranova, Montespaccato Savoia e Calcio Tor Sapienza.

 

 

 

Per quanto riguarda i partenti hanno fatto la valigia i difensori Borghini e Baldan che si sono accasati rispettivamente all’Albinoleffe e alla Pistoiese a titolo definitivo, Maestrelli ha rescisso consensualmente il contratto che lo legava al Cavallino fino al 30 giugno 2022 e l’attaccante Adama Sane è rientrato dal prestito all’Hellas Verona. Undici le partenze in totale, oltre alle ultime operazioni decise oggi anche Foglia in prestito a Lecco, Loliva e Gilli andati al Bisceglie rispettivamente a titolo definitivo e temporaneo, Bortoletti ceduto al Novara, Tamma e Males che hanno rescisso consensualmente il contratto e Merola rientrato dal prestito all’Empoli.

 

 

 

Nonostante le operazioni in uscita la rosa continua ad essere piuttosto folta e adesso c’è da stilare la lista definitiva dei 24. 
Dodici le operazioni in entrata: in porta Melgrati, in difesa Sbraga dal Novara, Pinna dal Catanzaro, il terzino Ventola dal Pescara (per tutti contratto fino al 2023 con opzione per un altro anno per Sbraga) e Zitelli dalla Lupa Frascati, a centrocampo l’esterno Di Grazia in prestito dal Pescara, lo svincolato Serrotti e Altobelli dal Catanzaro (anche per lui contratto fino al 2023) e infine in attacco dalla Virtus Francavilla Perez (contratto fino al 2023 con opzione per un altro anno) e Carletti in prestito dal Carpi oltre ai baby Iacoponi e Stampete che, come Zuppel, Sussi e Maggioni non occupano posti nella lista dei 24 da comunicare in Lega. 

Adesso che il mercato è finito l’unico pensiero per tutti, squadra e dirigenza, è la salvezza. Una salvezza che Stellone aveva definito impresa possibile ma che dopo due partite dal suo arrivo è più distante viste le sconfitte contro Feralpi e Perugia. 
E mentre il mercato è chiuso e la lista dei 24 sta per essere diramata ecco la situazione a livello di infermeria: Cerci è rientrato ieri in gruppo, Carletti ha effettuato ieri una risonanza, Perez è fuori Arezzo dove si sta curando ma i tempi di recupero sono ancora in via di definizione mentre Pesenti si è operato la settimana scorsa.