Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, tentativo per salvare la Fiera Antiquaria di febbraio all'ultimo tuffo. Incontro con il Prefetto Anna Palombi

Alessandro Bindi
  • a
  • a
  • a

Fiera Antiquaria si tenta il tutto per tutto per salvare l’edizione di febbraio all’ultimo tuffo. Spiraglio aperto grazie al sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli e all’assessore Simone Chierici che ieri mattina hanno aperto la porta alle associazioni di categoria nel tentativo di trovare la strada per poter svolgere la manifestazione in completa sicurezza facendo coniugare le esigenze della categoria degli espositori con le restrizioni imposte dalla pandemia.

 

 

 

Il confronto pare sia stato costruttivo tanto che al termine della riunione, il sindaco, l’assessore e i rappresentanti di Confcommercio e di Confesercenti sono saliti, insieme fino a palazzo del Governo per un incontro con il Prefetto Anna Palombi. Da parte di tutti c’è la volontà di poter permettere alla Fiera Antiquaria di ripartire, ma naturalmente in completa sicurezza.  Una ferrea regolamentazione degli accessi al mercato di bancarelle dell’antiquariato potrebbe essere la strada da percorrere in vista delle prossime edizioni della Fiera Antiquaria in modo da consentirne lo svolgimento. 

 

 

 

Va da sé che dovrà essere garantito il distanziamento tra le bancarelle e le misure anti assembramento. Su come gestire le stringenti misure di sicurezza che potrebbero dare il via libera alla Fiera Antiquaria sono già al lavoro l’assessore Simone Chierici, il sindaco Alessandro Ghinelli e gli uffici che stanno valutando alcune soluzioni. 

 

 

 

Un nodo non semplice da sciogliere praticamente alla vigilia della manifestazione. Ci sarà infatti da capire se c’è tempo per metterle in pratica fin da subito, consentendo agli espositori di tornare nel circuito del centro storico già da sabato. In caso contrario l’impegno è quello di mettere la Fiera Antiquaria nelle condizioni di uscire dal lockdown dal prossimo mese di marzo. Tra oggi e domani ci sarà quindi un nuovo incontro tra il sindaco, l’assessore e il Prefetto per valutare se l’edizione della Fiera Antiquaria di febbraio potrà essere salvata facendo coniugare le esigenze della città con quelle della manifestazione. Ore decisive quindi per il futuro della Fiera Antiquaria mentre gli espositori e le associazioni di categoria incrociano le dita per cercare di salvare almeno questa edizione di febbraio.