Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, titolare festeggia il compleanno, ma invita troppa gente: locale chiuso e multato

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Troppi invitati alla festa di compleanno e i vigili chiudono il bar ristorante per cinque giorni e multano il titolare che festeggiava proprio il suo compleanno, con 400 euro. E’ successo domenica sera poco prima delle 18 in un locale che si trova nella zona industriale della città. All’interno c’erano 42 persone. Troppe, secondo il Dpcm, anche se uno dei due titolari si difende e dichiara: “Noi ne potevamo ospitare fino a 50”. A segnalare ai vigili quello che stava succedendo sono stati alcuni cittadini che hanno visto e udito il troppo affollamento. A quel punto i vigili sono intervenuti e hanno applicato le sanzioni per gli anti assembramenti. Amareggiato il titolare del locale. “Avevamo prima pranzato - racconta - ed eravamo circa venti persone, poi nel pomeriggio sono arrivati altri amici a brindare. Ma ad ognuno di loro abbiamo misurato la temperatura e preso il numero di telefono. Insomma abbiamo seguito tutte le regole anti Covid”.

“Sì, è vero, poi nel locale c’erano una quarantina di persone - continua a raccontare - ma è anche vero che ne possiamo ospitare fino a 50 e quindi tutto era nei limiti”. Ma non secondo i vigili urbani che dopo le segnalazoni arrivate, sono entrati, hanno parlato con i titolari e hanno chiuso il locale che riaprirà nel prossimo fine settimana. “Noi non ce l’abbiamo con i vigili, ci mancherebbe - prosegue il titolare - loro applicano la legge. E’ solo che così non si lavora per niente. Siamo stati chiusi per un anno, abbiamo riaperto e abbiamo seguito tutte le regole, ma non possiamo stare tutte le volte a dire alle persone, che tra l’altro proprio domenica si conoscevano tutte, di stare a distanza, così è davvero dura continuare a lavorare. Perché le spese ci sono, gli affitti da pagare lo stesso e poi arrivano queste mazzate. Mi sembra davvero che siamo troppo tartassati”. E questo è il terzo bar ristorante, dalla riapertura, che resterà chiuso per cinque giorni a causa degli assembramenti. Il primo a metà gennaio, un bar del centro di Arezzo, l’altro appena pochi giorni fa, sempre ad Arezzo.

Stesso motivo del locale momentaneamente chiuso domenica scorsa, vale a dire troppa gente. Per il resto invece il fine settimana, nonostante il grande afflusso di persone in centro è scorso senza ulteriori sanzioni. I vigili urbani durante i controlli non hanno fatto altre multe. Ma il richiamo a restare vigili e a tenere sempre alta la guardia, arriva anche dal direttore generale della Asl Sud Est, Antonio D’Urso che nella giornata di domenica ha dato un monito per la troppa presenza di gente in centro: “Capisco che ci si voglia divertire - ha detto - ma bisogna continuare a tenere alta la guardia. Non dimentichiamo che la prevenzione e l’attenzione alle norme hanno permesso alla Toscana di restare in zona gialla. Non vorrei che il vaccino spingesse la gente ad un ‘tana libera tutti’ pensando che il peggio sia passato. Non è assolutamente così”. Intanto il terzo titolare multato si appresta ad una settimana senza lavoro: “Non è facile continuare a lavorare in questo modo. Seguiamo le regole e siamo penalizzati. Guardiamo avanti, passerà anche questa”.