Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Calcio serie C, l'Arezzo a Coverciano studia la partita contro il Carpi reduce dalle dimissioni di mister Foschi

Federica Guerri
  • a
  • a
  • a

Una squadra allo sbando quella che si appresta ad affrontare l'Arezzo al Comunale tra due giorni. Il Carpi, dopo la sonora sconfitta subita per mano del Padova (6-0 all'Euganeo e vetta della classifica per la squadra di Mandorlini), ha visto il suo mister, Luciano Foschi, rassegnare le dimissioni.

 

 

 

Il tecnico che fino alla scorsa stagione sedeva sulla panchina del Ravenna e che era stato chiamato, dopo l'esonero di Pochesci, a salvare i biancorossi, si è tirato fuori a seguito dell'ennesima, pesante sconfitta da quando siede sulla panchina emiliana. I biancorossi, dopo aver giocato l'ultima partita di campionato pre Covid il 13 dicembre, sono tornati in campo il 16 gennaio con davanti un tour de force di nove partite in meno di un mese compreso il match di domenica contro l'Arezzo (una situazione che gli amaranto sanno benissimo quanto possa essere dura per il fisico e soprattutto per la testa).

 

 

 

Nelle otto partite giocate nel 2021 hanno conquistato due vittorie e sei sconfitte e hanno incassato 23 gol realizzandone 8. Dopo la sconfitta di domenica contro l'Imolese è scattato il ritiro per la squadra all'Hotel Touring che mercoledì sera è stato raggiunto da alcuni tifosi che chiedevano un confronto con la squadra. Adesso la situazione, con il nuovo allenatore che nella serata di ieri non era stato ancora nominato, è critica.

Ma l'Arezzo, che ieri mattina è partito per Coverciano per preparare al meglio la prossima sfida senza distrazioni, deve guardare soltanto in casa propria e pensare a fare di tutto per conquistare i primi tre punti dopo tanto tempo (l'unica vittoria risale a novembre contro l'Imolese) regalando una vittoria al Comunale che quest'anno non ha ancora esultato. 

 

 

 

Trenta i giocatori partiti per il ritiro di Coverciano: i portieri Sala, Melgrati e Tarolli, i difensori Cherubin (che pare in via di guarigione), Karkalis, Kodr, Luciani, Maggioni, Pinna, Sbraga, Sportelli e Ventola, i centrocampisti Altobelli, Arini, Belloni, Benucci, Di Grazia, Di Paolantonio, Iacoponi, Serrotti, Soumah, Sussi e Zitelli e gli attaccanti Carletti, Cutolo, Cerci, Piu, Stampete, Zuppel e Perez che potrebbe essere già tra i convocati dell'incontro.

L'appuntamento con il campo è fissato per domenica alle 15.00. Ad arbitrare l'incontro sarà Paride Tremolada della sezione di Monza, che ha già diretto l'Arezzo due volte nelle ultime due stagioni. Per quanto riguarda i trascorsi con il Carpi, non sono moltissimi ma giocano più a favore dei biancorossi che del Cavallino. A partire dal match dell'andata nel quale il Carpi rifilò un poker al Cavallino che fece saltare la panchina di Potenza e del direttore sportivo di Bari. L'Arezzo non vince contro gli emiliani da 55 anni, gli ultimi due successi sono stati nella stagione 1965-1966 che per l'Arezzo fu quella della prima promozione in serie B.