Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, vaccinazione per 30mila Over 80. Ma per ora solo sei a settimana

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

C’è chi parte giovedì e chi venerdì. Ma ci sono anche i medici di famiglia che ci provano prima. Qualunque sia il giorno, una cosa è certa: da questa settimana iniziano le vaccinazioni per gli Over 80 che in tutta la provincia di Arezzo sono 30mila. Una vaccinazione che parte a rilento per le poche quantità di vaccini. Appena sei pazienti a settimana - da considerare che ogni medico di famiglia ad Arezzo ha una media di 150 over 80 - nelle prime tre settimane.

Saranno appunto i medici di famiglia a somministrare le dosi ai loro pazienti più anziani. Lo faranno, per il momento, solo negli studi medici, perché a domicilio diventa impossibile trasportare il flacone. Sarà il Pfizer, la dose che verrà somministrata con il richiamo 21 giorni dopo per la seconda. Ma come avviene la procedura? Il presidente dell’ordine dei medici di Arezzo, Lorenzo Droandi spiega: “Venerdì scorso ogni medico di famiglia ha chiuso le agende con la richiesta. Sulle agende ci sono sei pazienti per ciascun medico più tre chiamiamole ‘riserve’. Nel caso all’ultimo momento uno dei sei ‘titolari’ quel giorno non potesse venire, la dose di vaccino non andrà sprecata, ma servirà per un altro paziente che è già stato messo in lista e avvertito di tenersi pronto”.

Una volta compilate, le agende “vengono chiuse e inviate alla farmacia dell’ospedale che scongela il flacone conservato a meno 80 gradi”. “Dopodiché - dice ancora il dottor Droandi - il flacone verrà inviato in un punto che ogni medico indicherà e andrà a prelevarlo. A quel punto il flacone è pronto per le sei dosi che saranno somministrate ai pazienti prenotati in quel giorno”. La prenotazione del richiamo, a 21 giorni, sarà elaborata in automatico dal sistema. Ma quante persone potranno essere vaccinate in queste prime settimane? “Per le prime tre settimane saranno garantiti almeno sei dosi ogni sette giorni per ciascun medico - risponde Droandi - Vale a dire che ogni medico potrà vaccinare sei persone a settimana. Poi vedremo se saranno di più, ma questo dipenderà dalla disponibilità dei vaccini”. I numeri parlano di quasi 30mila over 80 da vaccinare così suddivisi: 10.860 nell’area Aretina, 3081 in Valtiberina, 3256 in Casentino, 4305 in Valdichiana e 7747 in Valdarno. Una vaccinazione, per ora con il contagocce, anche se servirà dare un’accellerata.