Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, ancora un picco di contagi nell'Aretino. Ghinelli: "Drone per sorvegliare i parchi"

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Ancora un picco di contagi nell’Aretino. Sono 106 e in città 50 a fronte di 1690 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. Ci sono anche i primi due morti del mese di marzo. Entrambi deceduti al San Donato. Si tratta di una donna di 79 anni e di un uomo di 92. Salgono ancora i ricoverati, 88, e le terapie intensive che arrivano a 13. Il numero dei positivi è di 1664 di cui a domicilio 1319. Le persone in quarantena sono quasi 4mila e i guariti 39. In questa situazione che in provincia segnala, tra gli altri, cinque casi ad Anghiari, sei a Castiglion Fiorentino e nove a Sansepolcro, la zona aretina resta comunque attenzionata.

Oggi, giovedì 4 marzo, probabilmente ci sarà un contatto telefonico tra il sindaco Ghinelli e il presidente della Regione, Eugenio Giani. Entrambi ieri sono tornati a parlare. Il sindaco Ghinelli ha annunciato un controllo su parchi e giardini pubblici attraverso il drone che era andato in pensione alla fine dello scorso lockdown. “Ho chiesto alla Polizia municipale di riattivare il drone”, ha spiegato Ghinelli “Dobbiamo tenere sotto controllo parchi e giardini che per ora sono ancora aperti ma potrebbero diventare un luogo di assembramento per cui se questo fosse, oltre al controllo in presenza dei nostri vigili, stiamo attivando anche il controllo con il drone”. Ghinelli ha poi ufficializzato che salterà anche l’edizione di marzo della Fiera dell’Antiquariato. “In queste condizioni”, ha proseguito Ghinelli, “non si pone il tema della Fiera Antiquaria di marzo. Arezzo nelle ultime settimane ha visto crescere un contagio di più dell’80%. Non siamo nelle condizioni per poter produrre un evento che in sé per sé richiede la presenza contemporanea di pubblico ed espositori negli stessi luoghi per quanto all’aperto”.

Il presidente Giani nella diretta facebook ha prima annunciato che “la Toscana dovrebbe rimanere in zona arancione per un’altra settimana” e poi ha ufficializzato la costituzione di un comitato di emergenza prevenzione scolastica per monitorare le scuole. “Sarà composto dal sottoscritto - ha detto Giani - e da 15 persone, fra cui l’assessore alla sanità e l’assessore all’istruzione-ha aggiunto Giani-. Ogni venerdì, a partire da domani, affronteremo le valutazioni su tutti i territori per ciò che riguarda le scuole e le loro possibili chiusure, e ogni decisione che prenderemo con ordinanza entrerà in vigore dal lunedì successivo. Mi consulterò con i sindaci delle varie province per analizzare i dati e capire se iniziare zone rosse o confermarne altre. Ad esempio domani farò di nuovo un punto con i sindaci di Pistoia e Siena per valutare un eventuale conferma delle zone rosse in tali territori”. Oggi invece sarà la volta di un contatto telefonico con l’amministrazione aretina. I contagi ad Arezzo salgono e il vice sindaco Lucia Tanti aggiunge: “Siamo ancora zona attenzionata. Vedremo nelle prossime ore”.