Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, task force per difendere gli animali: già otto multe

  • a
  • a
  • a

Venti interventi e otto sanzioni. E’ questo il bilancio del nucleo operativo della Polizia municipale nella prima settimana di attività in difesa e tutela degli animali. Obiettivo mettere fine ai loro maltrattamenti. “Avevo anticipato lo scorso 19 febbraio” ha spiegato l’assessore comunale alle politiche per la tutela e la difesa degli animali, Giovanna Carlettini, “l’attivazione di un nucleo operativo, costituito da agenti della Pm appositamente formati, che prevenisse e contrastasse i fenomeni di maltrattamento e abbandono degli animali, troppo spesso vittime di crudeltà gratuite. Abbiamo istituito il nucleo insieme al comandante Aldo Poponcini: ci sono due agenti che si occupano sia delle telefonate dei cittadini, sia della vigilanza sul territorio.

Le segnalazioni sono numerose. In assessorato stamani (ieri per chi legge, ho ricevuto tre chiamate. I cittadini segnalano ad esempio cani che stanno in terrazza tutto il giorno o che sono legati ad una catena troppo corta. Pensavo che il problema fosse superato ma ancora esiste. Di recente sono stati scoperti bocconi avvelenati nel parco ad Antria”. “A distanza di poco tempo”, conclude Carlettini, “posso riportare i dati della prima settimana di questo servizio di prossimità territoriale: venti interventi e otto verbali emessi, soprattutto riferiti al maltrattamento di cani.

Un bilancio dunque positivo per quanto concerne l’operatività dei due agenti assegnati a questo ruolo. Allo stesso tempo, il segnale è da tenere nella debita considerazione. Per cui faccio un appello a che questi fenomeni esecrabili non si ripetano e allo stesso tempo, per chi ne venisse a conoscenza, a denunciarli senza esitazione alla Polizia municipale”. “I verbali” ha spiegato il comandante Poponcini, “si riferiscono al mancato rispetto di norme del regolamento di polizia urbana sulla custodia dal punto di vista igienico, quindi sulla cattiva custodia”.