Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Calcio serie C, l'Arezzo subito al lavoro dopo l'amarezza di San Benedetto: prossimo obiettivo la Fermana

Sonia Fardelli
  • a
  • a
  • a

Poche parole e tanto lavoro. Così mister Stellone e gli amaranto hanno reagito alla sconfitta di domenica contro la Sambenedettese, con un unico gol subito da quel fuoriclasse di Botta che tutti temevano. Una sconfitta che rende sempre più difficoltoso il recupero dell'Arezzo e la corsa verso la salvezza. Ieri mattina i giocatori hanno subito ripreso gli allenamenti, rinunciando così all'unico possibile momento di riposo. La seduta si è protratta fino a tarda mattinata. Tutti presenti all'appello, tranne gli infortunati Belloni, Benucci e Pesenti che è stato operato al crociato. 

Tanto lavoro per tornare in campo, rifiniti in ogni particolare.  L'obiettivo adesso è conquistare punti contro la Fermana sabato al Comunale. E per gli amaranto si presenta una settimana particolarmente impegnativa. Oggi di nuovo tutti in campo dalle prime ore del pomeriggio. Domani nuovi allenamenti, ma la mattina. Pranzo tutti insieme in sala stampa per fare ancora più gruppo e migliorare l'intesa. Nel pomeriggio test sierologici per tutti i giocatori.

Giovedì allenamenti nel primo pomeriggio e alle ore 17 i giocatori amaranto saranno sottoposti a tampone. 
Venerdì di nuovo allenamenti nel primo pomeriggio e sabato alle ore 15 al comunale la sfida decisiva contro la Fermana. Adesso dopo la sconfitta subita a San Benedetto, la squadra di Stellone non si può più concedere passi falsi. Deve per forza fare punti. 
A nove gare dalla fine del Campionato l'Arezzo si trova ad affrontare un trittico per la salvezza da non fallire. Prima il match con la Fermana, mercoledì la trasferta a Fano e il 21 marzo l'impegno con l'Imolese. Incontri che hanno tutti un unico obiettivo: fare punti. Più punti possibile.

L'Arezzo è sempre in fondo alla classifica fermo a 17 punti, ma anche le dirette avversarie per la salvezza non sono salite. Il Ravenna ha perso per 3 a 1 a Gubbio ed il Legnago è stato sconfitto dal Matelica per 5 a 1. Il Fano e l'Imolese hanno pareggiato rispettivamente contro la Fermana e contro la Triestina.
L'Arezzo non è certo spacciato, ma adesso la scalata si fa più difficile. Contro la Sambenedettese mister Stellone voleva addirittura una vittoria, un successo che avrebbe portato una buona boccata d'ossigeno e soprattutto non avrebbe interrotto la striscia positiva dell'Arezzo. 

"Ad un certo punto ho pensato anche di poter vincere - ha detto mister Stellone subito dopo l'incontro - la squadra dialogava bene ed ho avuto importanti risposte da parte di alcuni giocatori."
Adesso arriva la Fermana e più che buon gioco servono punti. E su questo il mister amaranto lavorerà con i suoi giocatori per tutta la settimana.