Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, commerciante sfida la crisi e apre nuovo negozio di gioielli in centro con le collezioni di Unoaerre

Esplora:

Sonia Fardelli
  • a
  • a
  • a

Gli imprenditori aretini non si danno per vinti. E anche in questo momento di grande difficoltà c'è chi pensa ad allargare la propria attività, guardando già al futuro quando si spera che tutto riparta a pieni giri e senza grandi limitazioni.
Samuele Dini, titolare di Di.Di. Gioielli ha deciso di trasferire e allargare il suo negozio storico di via Giuseppe Verdi in via Crispi nei locali che erano occupati da Sabot donna, che ha deciso di trasferirsi.

In questo nuovo negozio Dini porterà un marchio importante, quello della Unoaerre, azienda aretina leader nell'oreficeria.
“Vogliamo guardare oltre questo periodo buio - dice Samuele Dini - convinti che con l'aiuto del vaccino finirà. E allora vorremmo essere pronti a dare il meglio di noi, in una posizione di vantaggio. Il 22 febbraio dello scorso anno ho inaugurato il mio secondo negozio in via Roma. L'11 marzo ci hanno subito bloccati e costretti alla chiusura con il primo grande lockdown per il Covid. Ma a maggio come siamo ripartiti abbiamo avuto subito riscontri positivi. La gente aveva voglia di uscire e di fare acquisti. E poi avevo marche importanti come la Thun e tante altre di bigiotteria ed oggettistica.”
Adesso la nuova sfida con il negozio in via Crispi a pochi passi di quello di via Roma.

“Mi piace molto questo punto del centro cittadino - dice Samuele Dini - ancora più di Corso Italia. I due negozi hanno molta visibilità. Basta che uno si fermi anche in macchina al semaforo per notarli. E noi ci siamo adoperati per esporre al meglio la nostra merce. Il negozio di via Roma ha sei vetrine ed anche un soppalco dove abbiamo messo le cornici per matrimoni, comunioni, battesimi e lauree. E devo dire che sono state molto richieste, nonostante il periodo difficile. Nel nuovo negozio metteremo tutta la produzione della Unoaerre, azienda con la quale collaboro dal 1982. Prenderemo la collezione in oro, quella in argento ed anche la bigiotteria. Ed in più la collezione delle fedi della Unoaerre che sono da sempre molto apprezzate."
Sui tempi di apertura Samuele Dini della Di.Di Gioielli non si sbilancia, ma il nuovo negozio in via Crispi dovrebbe essere pronto per la fine di aprile.

"I locali dove apre una gioielleria - spiega - sono legati a tutta una procedura burocratica che coinvolge anche la Questura. Penso comunque che a fine aprile, massimo i primi di maggio potremo alzare le saracinesche. Presto inizieremo i lavori di ristrutturazione e sistemazione del negozio. E speriamo di essere pronti il prima possibile."
Una sfida quella di Di.Di. Gioielli che Dini spera possa essere seguita da altri imprenditori.


"In questo momento particolarmente difficile - dice - è importante non lasciarsi abbattere. Bisogna per forza reinventarsi e trovare nuove strategie. Spero che presto possano ripartire anche tante altre attività dai ristoratori, alle palestre, alle piscine, ai luoghi di spettacolo. Siamo tutti una catena, se va in sofferenza un'attività anche tutte le altre ne risentono. Con la chiusura di bar e ristoranti il centro cittadino in alcuni momenti è davvero deserto."