Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, crac Banca Etruria: difese chiamano a testimoniare Pier Luigi Boschi nella prossima udienza del processo

  • a
  • a
  • a

Pier Luigi Boschi, babbo dell’ex ministro Maria Elena oggi esponente di spicco di Italia Viva, figura nell’elenco dei testimoni convocati dalle difese per la prossima udienza del processo per il crac di Banca Etruria che, da giovedì scorso, si sta tenendo nella inusuale sede della Sala dei Grandi nel palazzo della Provincia di Arezzo.

 

 

 

Boschi, che all’interno dell’istituto aretino era arrivato a ricoprire la carica di vicepresidente prima della risoluzione dell’istituto di Via Calamandrei nel 2015, sarà sentito nel corso della prossima udienza, in calendario giovedì 25 marzo, su richiesta di alcuni difensori degli imputati.

 

 

 

Pier Luigi Boschi potrebbe avvalersi anche della facoltà di non rispondere alle domande del presidente del collegio del tribunale, Gianni Fruganti, del pubblico ministero e degli avvocati difensori in quanto imputato in un procedimento collegato. L’ex vicepresidente è infatti uno dei quattordici ex vertici della banca aretina chiamati in causa nel processo sulle cosiddette consulenze d’oro di Banca Etruria che si è aperto pochi giorni fa proprio nella stessa sede della Sala dei Grandi dove sono stati trasferiti due dei dibattimenti sul default della banca, quello sulle consulenze e quello per la bancarotta, a causa dei problemi dell’aula Miraglia alla Vela, non adeguata, in questi tempi di restrizioni anti Covid, ad accogliere gli avvocati e le numerose parti processuali chiamate a prendere parte ai procedimenti.

 

 

 

Ieri sotto la lente dell’udienza del dibattimento sul crac Etruria c’è finito il capitolo della liquidazione Bronchi. Lo stesso ex direttore generale Luca Bronchi è stato chiamato ieri a testimoniare - ma per altre vicende legate sempre a questo processo - dai difensori di alcuni dei 25 tra ex vertici e amministratori chiamati in causa in questo procedimento aperto per la bancarotta dell’istituto di Via Calamandrei. 

M.A.