Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Calcio serie C, dopo il pareggio dell'Arezzo con l'Imolese l'analisi di mister Stellone: "Punto guadagnato"

Bryan Piovosi
  • a
  • a
  • a

Per mister Stellone il pareggio dell'Arezzo con l'Imolese (0 a 0) “non è un’occasione persa, consideriamo che questa era la terza partita in una settimana, quindi ci può stare anche la stanchezza. Va bene così, sapevamo delle difficoltà che avremmo incontrato, giocavamo contro una squadra forte che gioca bene, che fa un bel possesso. Nel primo tempo loro hanno avuto solo un’occasione con un tiro strozzato, mentre noi ne abbiamo avute di più clamorose. Nel secondo tempo invece loro hanno avuto un paio di chance in contropiede dove noi siamo stati un po’ fortunati, io ho messo in campo Cutolo e Stampete per provare a vincerla, ma queste sono partite che poi rischi persino di perdere. Considerando anche che abbiamo fatto sette punti in tre partite, questo è un punto guadagnato”.

 “La nostra fase difensiva ha retto bene - ha continuato il mister nel dopo gara - c’è stata l’occasione del palo comunque va bene, davanti c’è stata poca incisività, tanto lavoro sporco ma poche conclusioni importanti. Ripeto che l’Imolese è una squadra che gioca bene con il fraseggio, ti fa correre tanto a vuoto, ci siamo stancati più del dovuto, dovevamo però essere più precisi nei passaggi perché abbiamo perso quattro o cinque palloni pericolosi. Siamo partiti molto forte, nei primi dieci minuti abbiamo pressato come dannati, ecco, se avessimo sbloccato il risultato, tipo quando la palla è stata respinta sulla linea, era quasi entrata, questa sarebbe stata una partita tutta in discesa, così non è stato purtroppo, così come nel finale hanno attaccato loro, in contropiede ci potevano fare davvero male. Se fossimo stati più vispi, tipo fare qualche falletto tattico li avremmo stoppati, abbiamo rischiato troppo per la nostra generosità”.

Ha parlato anche Mariano Arini: “Dal trittico di partite è venuto fuori anche un pareggio in una partita complicata dove però l’Arezzo ha creato diverse situazioni pericolose. Sapevamo che sarebbe stato così, a questo punto della stagione ci si gioca tutto, chi per la salvezza, chi per altri obiettivi comunque ora sono spareggi. L’abbiamo approcciata bene, abbiamo fatto un ottimo primo tempo, abbiamo spinto, abbiamo pressato, abbiamo creato là davanti, forse dovevamo essere più incisivi. Nel secondo tempo vuoi per la stanchezza, vuoi anche per la frenesia di voler raggiungere la vittoria ci siamo un po’ allungati e abbiamo rischiato nel finale. Direi che il pareggio alla fine sia il risultato più giusto, ci prendiamo il punto, sono sette nelle ultime tre partite”.

TABELLINO

AREZZO  (4-3-1-2): Sala; Luciani, Sbraga, Cherubin, Maggioni; Arini, Di Paolantonio, Benucci (74' Cutolo); Iacoponi; Piu, Perez (85' Stampete).
A disposizione: Melgrati, Carletti, Di Grazia, Sussi, Ventola, Kodr, Zitelli.
Allenatore: Roberto Stellone.
IMOLESE (4-3-3): Siano; Boccardi, Carini, Angeli, Rondanini; Lombardi, Torrasi (6' D'Alena), Provenzano; Bentivegna (82' Tommasini), Polidori, Piovanello (59' Morachioli).
A disposizione: Rossi, Pilati, Onisa, Sabattini, Masala, Aurelio, Cerretti, Alboni, Laghi. Allenatore: Pasquale Catalano.

ARBITRO Andrea Colombo di Como.
 

CRONACA

Nella trentaduesima giornata l’Arezzo affronta l’Imolese, unica squadra ad aver battuto all’andata. In classifica ora è penultimo, 23 punti in 31 gare dopo due vittorie consecutive, in un vistoso miglioramento da diverso tempo. Roberto Stellone vara il modulo 4-3-1-2, nella formazione, Sala in porta, Luciani, Sbraga, Cherubin e Maggioni in difesa, Arini, Di Paolantonio e Benucci a centrocampo, Iacoponi dietro a Perez e Piu in attacco. L’Imolese è quartultima, 28 punti in 31 partite, un vantaggio poco rassicurante in zona play-out. Anche mister Catalano adotta il 4-3-3 con Polidori, ex della partita, al centro dell’attacco insieme a Bentivegna e Piovanello.

Anche ieri le scelte cromatiche delle due squadre lasciano perplessi, celeste l’Arezzo, nera l’Imolese invece di amaranto e rossoblù. L’avvio della gara è subito arrembante per l’Arezzo, pressing a ritmo sostenuto e qualche occasione ghiotta, al 4’ Perez lavora un pallone che Arini gli serve in area, il portiere Siano tocca il tiro rasoterra e Piu non riesce per un soffio ad appoggiare il pallone in rete su un rimpallo con un difensore ospite. Dal punto di vista del gioco è dominio Arezzo, ma verso la fine della frazione l’Imolese in ripartenza ha una potenziale chance, Polidori per Provenzano in area, Sala si distende e salva la porta.

Anche nei primi minuti della ripresa le due squadre sembrano non essere in grado di affondare, l’Imolese non imbastisce azioni manovrate, l’Arezzo non è incisivo nonostante la generosità, risultato zero tiri in porta; arrivano i primi cambi per l’Arezzo perché esce Benucci ed entra Cutolo. Al 70’ finalmente la prima occasione da gol: l’Arezzo la imbastisce in contropiede quando Piu appoggia per Iacoponi al centro che dal limite dell’area manca il bersaglio con Sala che controlla. Altri cambi per l’Arezzo, escono Perez e Benucci ed entrano Stampete e Cutolo.

L’Arezzo aumenta la pressione ma paradossalmente è l’Imolese a rendersi pericolosa in contropiede con un’azione veloce conclusasi con un palo colpito, nel finale è l’Arezzo che attacca, senza però ottenere il guizzo giusto. Dopo tre minuti di recupero finisce la partita, l’Arezzo mantiene la sua striscia positiva.