Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, la ex senatrice Bettoni medico in pensione vaccina come volontaria per l'Asl i cittadini: "Qui nessuna dose sprecata"

Sonia Fardelli
  • a
  • a
  • a

Monica Bettoni, ex senatrice e medico in pensione, ha risposto al bando per medici vaccinatori volontari ed è all'opera per accelerare le somministrazioni e cercare di vincere la battaglia contro il Covid. Lo scorso anno, sempre come volontaria, prestò servizio a Fidenza all'ospedale di Vaio e per questo è stata poi nominata Cavaliere della Repubblica dal Presidente Mattarella, come ex politico che ha operato concretamente per la salvaguardia della popolazione. Monica Bettoni ha già prestato servizio al centro vaccinale allestito al Centro Affari e Convegni, a Sansepolcro e Monte San Savino, e comunque dove viene assegnata dalla Asl.

Come va la campagna di vaccinazioni?

“Va avanti in proporzione al numero dei vaccini che arrivano. Al centro di Arezzo con tre medici in servizio riusciamo a somministrare circa 400 vaccini la mattina e 400 il pomeriggio. Quindi a pieno regime con tre medici si può arrivare ad un migliaio al giorno dalle 8 alle 22. Il problema è sempre legato al numero di vaccini disponibili, la Asl penso sia in grado di somministrare quelli che arrivano.”

E' mai successo di sprecare una dose di vaccino?

“Assolutamente no. Non si è mai sprecata una sola dose. Se ne avanzano di Moderna e Pfizer si va avanti nella lista di riserva mandata dalla Asl per la stessa categoria. Una domenica che non riuscivano a trovare una persona disponibile per l'ultima dose, abbiamo aspettato due ore in più e poi l'abbiamo fatta. Con AstraZeneca il problema non sussiste in quanto le dosi avanzate si possono conservare fino a 48 ore ad una temperatura che è la stessa di un normale frigorifero.”

AstraZeneca, sono molte le persone che hanno rinunciato?

“Solo un paio di rinunce. Tutti gli altri che avevano prenotato il vaccino sono venuti. Li ho visti tutti molto convinti. Impauriti più del Covid che del vaccino. E fanno bene: il Covid è infatti una malattia molto pericolosa ed anche le sue sequele non vanno sottovalutate. Ci hanno solo chiesto qualche consiglio su come comportarsi una volta fatto il vaccino ed in presenza di sintomi.”

Quali effetti possono esserci e cosa bisogna fare?

“Gli effetti più frequenti sono stati una sorte di febbricola. In altri casi possono dare mal di testa, dolori, a volte diarrea, come del resto tutti i vaccini, compresi quelli che facciamo ai bambini. Se invece si presentano effetti diversi e più importanti, che non è detto che siano poi collegati al vaccino, è bene chiamare il medico curante.”

Che copertura hanno i vaccini e dopo quanti giorni dalla somministrazione scatta?

“Per vedere la copertura bisognerà attendere i dati statistici provenienti da quelle nazioni che hanno già vaccinato tutta la popolazione come Israele e l'Inghilterra e capire effettivamente quanto tempo potrà durare. Si parla dai sei ai dodici mesi. L'inizio della copertura varia a seconda del tipo di vaccino. Per Pfizer e Moderna la piena copertura avviene con la seconda dose. Per AstraZeneca sembra che la prima dose sia capace di evocare una buona risposta immunitaria, che comunque ha un tempo di circa tre settimane. La seconda dose si fa entro dodici settimane."
Monica Bettoni è stata senatrice per tre mandati, sottosegretario alla sanità nel governo Prodi, direttore dell'Istituto superiore della sanità. Ad Arezzo anche candidata a sindaco. Laureata in medicina con tre specializzazioni e in pensione dal 2013, adesso è tornata a rimboccarsi le maniche per gli aretini, aiutandoli a sconfiggere la pandemia.