Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, clandestino tunisino trovato al parco De Andrè con hashish: arrestato ed espulso. Controlli per droga e norme anti Covid

  • a
  • a
  • a

Controlli nella città di Arezzo in zona rossa. Dall'attività emerge un tunisino clandestino: espulso. Nell’ambito del servizio 70 le persone vagliate e 45 veicoli; elevate 3 sanzioni al Codice della Strada e altre 3 per violazione normativa anti-Covid.     

Un apposito servizio coordinato dal Questore della Provincia di Arezzo, ha visto impegnati equipaggi della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale. I controlli hanno riguardato il quartiere Saione, i Giardini dei Porcinai e Piazza Sant’Agostino, zone maggiormente interessate, rispetto alle altre, dal fenomeno dello spaccio dei stupefacenti e da episodi di microcriminalità.

Al servizio svolto il 25 marzo hanno partecipato anche equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine provenienti da Firenze, personale della Polizia Scientifica di Arezzo e unità cinofila antidroga della Guardia di Finanza con la quale sono stati effettuati controlli mirati nei pressi della stazione ferroviaria e di alcune aree verdi cittadine interessate dalla problematica dello spaccio degli stupefacenti.

Proprio in un parco pubblico, precisamente il “De Andrè” sito in Via Rodi, è stato rintracciato, grazie all’unità cinofila antidroga, un soggetto di origine tunisina, clandestino e gravato da numerosi precedenti, che aveva con sé un piccola dose di hashish. Il tunisino, condotto in Questura per gli accertamenti connessi alla sua posizione irregolare sul territorio nazionale, è stato accompagnato presso il Centro. di Bari per poi essere espulso e rimpatriato al suo Paese d’origine.