Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, tenta di inghiottire dose di cocaina durante controllo sul rispetto delle misure anti Covid: arrestato a Montevarchi

  • a
  • a
  • a

I carabinieri lo trovano in giro di notte, a bordo di un'auto, nel centro di Montevarchi e procedono al controllo per il rispetto delle misure anti Covid: il giovane, in possesso di droga, infila in bocca la cocaina e rischia di inghiottirla. Momenti concitati poi viene arrestato. Protagonista del rocambolesco episodio, un giovane di Terranuova Bracciolini, già noto, che alla vista dei militari della compagnia di San Giovanni Valdarno, si è rannicchiato nell'abitacolo per non farsi vedere.

Innervosito, balbettando qualcosa, il giovane ha fornito motivazioni palesemente pretestuose sulla sua presenza in quel luogo in orario di coprifuoco. Stringeva con forza qualcosa nel pugno. Quindi, alla richiesta dei militari di mostrarne il contenuto, ha portato la mano alla bocca, inserendovi quella che, in seguito, si sarebbe rivelata una dose di cocaina.

I militari hanno prontamente impedito che l’uomo, preso dal panico, lo ingerisse, con i conseguenti elevatissimi rischi per la propria salute. Il giovane, evidentemente inconsapevole della gravità del pericolo cui si stava sottoponendo, ha tentato di opporsi in ogni modo, dimenandosi, spintonando e scalciando, e addirittura mordendo alla mano un militare.

Fortunatamente i Carabinieri lo hanno immobilizzato e recuperato un involucro contenente una dose di cocaina. Il giovane è stato dichiarato in arresto per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, sanzionato per violazione della normativa anti-Covid e segnalato alla Prefettura di Arezzo quale assuntore di sostanze stupefacenti.

CONSUMO DI DROGA NEL RUDERE

I carabinieri della stazione di Castelnuovo Sabbioni, invece, nel corso di uno dei consueti servizi di controllo del territorio, volti a vigilare sulla sicurezza dei cittadini, con riguardo anche alle aree più isolate, hanno sequestrato circa mezzo grammo di sostanza stupefacente del tipo cocaina, e segnalato alla Prefettura di Arezzo quale assuntore di sostanze stupefacenti un trentenne del luogo.

Il controllo è scattato in un’area rurale, all’interno di un edificio fatiscente, abbandonato. Il fabbricato era stato evidentemente prescelto per la propria posizione, isolata e di conseguenza difficilmente soggetta a controlli da parte delle Forze dell’Ordine. Nelle ultime settimane, però, gli uomini dell’Arma avevano ricevuto svariate segnalazioni da parte dei cittadini che si trovavano a passare in zona, che avevano notato aggirarvisi dei giovani, descritti in condizioni di particolare disagio, ad ogni ora del giorno e della notte.

Di conseguenza, i Carabinieri di Castelnuovo hanno organizzato, per alcuni giorni, dei mirati servizi finalizzati ad appurare se il luogo fosse stato scelto quale teatro di illeciti traffici. Servizi che, nel pomeriggio di ieri, hanno consentito di identificare e bloccare, nonostante un blando tentativo di fuga, un trentenne del luogo, già noto ai Carabinieri per essere un consumatore di sostanze stupefacenti, che, nel corso del controllo, è stato trovato in possesso di una dose di cocaina, e, come già detto, conseguentemente segnalato all’Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza.