Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, Coronavirus: dodici morti nei primi cinque giorni di aprile con età media 69 anni. Cento casi positivi in più

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Altri tre decessi nel giorno di Pasquetta. E’ un inizio di aprile nero. In cinque giorni si contano 12 deceduti. Ieri il report della Asl ha segnalato il decesso di tre uomini, tutti all’ospedale San Donato. Due avevano 82 anni e uno 90. In questa seconda ondata c’è purtroppo un altro dato. L’età media dei decessi si è abbassata. Adesso è di 69 anni. Ad aprile sono morte tre persone di 61 anni e due di 71 e 72 anni. 

Sono tornati a salire anche i nuovi positivi. Cento nel giorno di Pasquetta con 815 tamponi effettuati dalle 14 del 4 di aprile alla stessa ora del 5. Ad Arezzo i nuovi casi sono 31, mentre il virus continua ad essere presente in tutte e quattro le vallate con una risalita soprattutto in Valdarno. Questo il dettaglio: Bibbiena 10, Bucine 9, Castel San Niccolò 2, Castelfranco Piandiscò 3, Castiglion Fiorentino 2, Cavriglia 1, Chiusi della Verna 2, Civitella 2, Foiano 1, Laterina Pergine Valdarno 3, Loro Ciuffenna 1, Monte San Savino 2, Montevarchi 9, Ortignano Raggiolo 1, Poppi 3, Pratovecchia Stia 1, San Giovanni Valdarno 10, Subbiano 1, Terranuova Bracciolini 6.

La fascia d’età dove ci sono più positivi è quella che va dai 19 ai 34 anni, poi quella dai 35 ai 49 anni segue quella dai 50 ai 64 anni. Quindici casi registrati nella fascia d’età tra i 65 e i 79 anni, dieci sopra gli 80 e sette tra 0 e 18 anni. 

Risalgono anche se di poco il numero dei ricoverati. Ieri in bolla Covid erano 108, due in più rispetto a domenica scorsa, mentre le terapie intensive da 20 di domenica passano a 22. Il limite di posti letto è di 24 oltre il quale i pazienti dovranno essere trasferiti negli ospedale di Grosseto e di Siena. Le persone positive in carico sono 2.109 di cui a domicilio 1.739. Il numero delle persone in quarantena è di 2.661.

Ci sono anche 81 guariti. Guardando l’andamento della settimana, il picco dei casi si è registrato lunedì 29 marzo con 152 positivi. Numero che è tornato a salire sopra il cento anche giovedì 1 aprile e venerdì 2 aprile. E da oggi si aprono due settimane in zona rossa. La Toscana considerato l’alto numero di casi, è dunque rimasta “rossa”, anche se la provincia di Arezzo paga il “rosso” due settimane in più rispetto alla regione. Da oggi fino alla fine di aprile niente zone gialle, ma solo arancioni e rosse. E la Toscana in zona rossa ci dovrà rimanere fino oltre la metà di aprile con tutto ciò che comporta. Dalla chiusura di parrucchieri ed estetiste, alla limitazione per quanto riguarda alcuni negozi.

Decade invece l’ordinanza di Giani che nei giorni di Pasqua e di Pasquetta ha tenuto chiuse tutte quelle attività che sarebbero potute rimanere aperte anche in zona rossa. Nelle altre province della Asl Toscana Sud la situazione Covid è la seguente: a Siena ci sono 96 nuovi casi, mentre a Grosseto 50. I guariti sono 20 nella provincia di Siena e 46 a Grosseto.