Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, Ilaria Mattesini sindaco di Subbiano guarita dal Covid: "Esperienza dura, ne esco fortificata e ora avanti insieme"

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

“Sono guarita. Finalmente negativa al Covid. E mio marito è tornato a casa dopo il ricovero in ospedale”. Per Ilaria Mattesini, sindaco di Subbiano, una Pasqua e una Pasquetta di sollievo, dopo tre settimane difficili. “E’ cominciato tutto il 15 marzo: mia figlia con due linee di febbre e qualche dolore alle ossa. Il tampone per tutti: io e lei positive. Nella squadra di pallavolo dove gioca c’erano stati due casi”.

Diagnosi precoce, isolamento, annuncio ufficiale sulla pagina fecebook del sindaco. Ma era solo l’inizio. “Poi il virus ha colpito mio marito e l’altra nostra figlia. Il Covid si è mostrato particolarmente aggressivo verso Tiziano. E’ stato male con febbre altissima e livelli di saturazione al limite, così si è reso necessario il ricovero in Malattie infettive all’ospedale di Arezzo. E’ potuto tornare a casa proprio la sera di Pasqua: sta bene anche se è ancora positivo. Poco alla volta stiamo uscendo da questo periodo complicato”. 

 

 

 

Una coppia giovane, lei 45 anni e il marito 47. Hanno sperimentato l’aggressività delle varianti del Covid, molto contagiose e fastidiose. Ieri per Ilaria Mattesini il risultato del tampone: Coronavirus sparito. E’ passata. Già negativizzate da giorni le figlie. [

“Un’esperienza preoccupante. Ti ci ritrovi dentro all’improvviso, le cose precipitano rapidamente, non ti capaciti di come le vie respiratorie vengano compromesse dal virus così subdolo. In giro, tra chi non ha provato il contagio, non si ha sufficientemente la percezione della gravità del problema. Ci sono molti che soffrono”.

 

 

 

Intorno a lei affetto e solidarietà. “Voglio ringraziare le tante persone che mi sono state vicine con messaggi e anche con doni. Un affetto che mi ha fatto molto piacere. Vorrei ribadire alla gente che occorre stare davvero attenti ed evitare comportamenti a rischio partendo dalle regole fondamentali. Avanti tutti insieme e ce la faremo con la vaccinazione che è fondamentale”. 

Ilaria Mattesini da casa si è costantemente tenuta in contatto con il Comune, con la sua giunta, per le questioni amministrative e legate all’emergenza. “Gli strumenti tecnologici, le videochiamate, aiutano molto”, osserva. “Da inizio pandemia i casi positivi da noi sono stati circa 300 e questa ondata è stata sui livelli di quella di ottobre” fa il punto il sindaco. “Attualmente ci sono circa 40 positivi. La propagazione è avvenuta in alcuni ambienti di lavoro. Devo dire che il comportamento generale della popolazione è stato esemplare. Non si sono registrate situazioni di violazione delle norme, con feste e assembramenti. In casa del sindaco Mattesini Pasqua e Pasquetta di svolta.

 

 

 

Avanti con fiducia: “Insieme ne usciremo. Personalmente esco da questa vicenda fortificata e con me tutta la famiglia, momenti così ti confermano il valore di certe cose e ti fanno apprezzare aspetti che spesso diamo per scontati. Da oggi torno in Municipio. Un rientro graduale. Agevolato dal fatto che abito proprio davanti”.