Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, nuova rotatoria a San Leo. Ecco dove sorgerà

Alessandro Bindi
  • a
  • a
  • a

A San Leo sarà realizzata una rotatoria. E’ in fase di progettazione la nuova viabilità all’altezza dell’intersezione tra via Molinara, via di San Leo e via Monteverdi. Lungo la strada provinciale 69 l’assessore alle opere pubbliche del Comune di Arezzo, Alessandro Casi, disegna una rotonda. “Siamo ancora nella fase iniziale ma la considero un’opera necessaria per migliorare la viabilità in quel tratto e mettere in sicurezza automobilisti e pedoni. Dai residenti di San Leo è stata più volte segnalata la necessità di rallentare la velocità in quel tratto di accesso alla frazione dove tra l’altro ci sono una serie di attraversamenti pedonali. Credo quindi che l’inserimento della rotatoria contribuisca anche a risolvere questo annoso problema”. L’idea del neo assessore è già stata tracciata sui fogli. Sulla carta quindi la nuova rotatoria ha già preso forma. “L’obiettivo quindi è duplice” ribatte Casi “ed oltre a mettere in sicurezza l’incrocio servirà a migliorare la circolazione delle auto sia in ingresso verso Arezzo, sia in uscita verso Pratantico ma anche per chi intende collegarsi a Pescaiola e Chiani percorrendo via Molinara, una strada che sta diventando sempre più frequentata dagli automobilisti”. “Siamo ancora alla fase progettuale” spiega l’assessore “ma intendo concretizzare il progetto in breve tempo”. L’intervento sarà infatti inserito nel piano triennale delle opere pubbliche. “Mi auguro che si possa procedere velocemente alla realizzazione”.

Per metà è praticamente già tratteggiata. La rotatoria si dovrà allargare dalla parte opposta per poi unificarsi. Un intervento che si dovrebbe assestare sui 700 mila euro e comunque di rapida fattibilità senza creare troppi disagi alla circolazione. L’opera potrebbe essere propedeutica a una nuova viabilità che potrà in futuro rappresentare un’ottima scorciatoia per collegare la zona di Pescaiola e proiettare le auto verso il casello autostradale. Via Molinara infatti potrebbe essere promossa a un’arteria di primaria importanza ma ci sarà da allargare la carreggiata e trovare spazio tra i terreni circostanti. Non lo esclude neppure l’assessore Casi ma per questa soluzione si dovrà attendere a lungo se mai sarà intrapresa questa strada. 
Dall’arrivo a Palazzo Cavallo Casi sta cercando di studiare soluzioni capaci di aumentare la sicurezza e la mobilità sulle strade cittadine. 
Mentre sta lavorando alla nuova rotonda a San Leo ha già pianificato anche la rotonda ad Agazzi lungo via Chiarini per eliminare un incrocio pericoloso che da anni preoccupa gli automobilisti e per il quale a ripetizione sono state richieste soluzioni all’amministrazione comunale da parte dei cittadini. 
Nel frattempo resta al palo il maxicantiere di via Fiorentina. Lo sblocco per la realizzazione della rotatoria e del tunnel sul raccordo è un’opera incompiuta, un cantiere destinato a incidere pesantemente sulla viabilità come sul bilancio di Palazzo Cavallo.