Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, contagiati 22 frati al Santuario della Verna. Focolaio anche a Sansepolcro

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Ventidue contagi al Santuario della Verna. Il bollettino della Asl, nel consueto report, indica due Comuni particolarmente colpiti nella domenica della Liberazione. Chiusi della Verna, appunto e Sansepolcro dove ci sono 18 nuovi casi. In totale sono 109 i positivi nell’Aretino a fronte di 1031 tamponi effettuati tra le 14 del 24 aprile e la stessa ora del 25. A Chiusi della Verna, colpito il Santuario francescano dove 22 frati sono risultati positivi al Covid. Non ci sono ricoverati e, pare che il contagio sia avvenuto dopo un ricovero in ospedale di uno di loro. Al ritorno al Santuario i primi sintomi e tamponi sui 40 frati. 22 di loro sono positivi. “Ho parlato con il Padre Guardiano - sottolinea il sindaco di Chiusi della Verna, Giampaolo Tellini - e mi ha confermato che sono tutti frati i contagiati.  Dispiace davvero per questa situazione”. E ci sono 18 nuovi casi a Sansepolcro. Si tratta di contatti in famiglia che hanno coinvolto anche un esercizio commerciale. Dice il sindaco Cornioli: “Negli ultimi sette giorni, i nuovi casi totali sono stati 40, quindi un importante incremento rispetto ai 19 della settimana scorsa . Purtroppo negli ultimi 5 giorni abbiamo avuto 39 casi; di questi, 3 sono contatti di casi noti, 2 sono nuovi casi unici, 18 di una catena di 8 nuclei familiari, 7 di una catena di 4 nuclei familiari e 5 di una catena di 2 nuclei familiari e gli altri 4 sono 2 nuclei familiari con due casi a famiglia. L'attuale situazione dimostra che è molto facile far circolare il virus e la diffusione è velocissima. Le varianti sono molto contagiose e oramai in Italia, come nella nostra zona, circolano quasi essenzialmente varianti. Le modalità di contagio sono fondamentalmente quelle che conosciamo: incontri con familiari non conviventi o amici strettissimi, incontri lavorativi, assistenza anziani, assistenza bambini. Alcune azioni sono, gioco forza, inevitabili ma dobbiamo effettuarle con le maggiori precauzioni possibili; altre non sono necessarie e dobbiamo evitarle in tutti i modi. 
Da lunedì 26 aprile siamo zona gialla ed è importantissimo porre la massima attenzione agli incontri in luoghi chiusi con amici e familiari non conviventi. Chiediamo l'impegno di tutti”. Ad Arezzo sono 23 i nuovi casi, mentre così negli altri comuni: Bibbiena 5, Bucine 2, Caprese Michelangelo 1, Castel San Niccolò 2, Castelfranco Piandiscò 3, Castiglion Fiorentino 1, Civitella 2, Cortona 5, Laterina Pergine 3, Loro Ciuffenna 6, Lucignano 1, Monte San Savino 1, Montevarchi 3, Poppi 3, San Giovanni 4, Subbiano 3, Terranuova 1. Costanti i ricoveri al San Donato: 95 in bolla Covid e 18 in terapia intensiva. I guariti sono 67.