Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, Comune e vigili urbani bocciano l'isola pedonale dal giovedì

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Ci proveranno fino all’ultimo, ma al momento non ci sono soluzioni per accontentare la richiesta di Confcommercio. L’associazione di categoria aveva infatti chiesto di allargare la maxi zona pedonale già a partire dal giovedì per consentire ai ristoratori di avere un giorno in più per mettere i tavolini all’aperto. Ma sia l’amministrazione comunale nelle vesti dell’assessore Simone Chierici che la polizia municipale in quelle del comandante Aldo Poponcini, frenano gli entusiasmi. “Partiamo col dire che la questione spazi sarà affrontata in settimana - sottolinea l’assessore Chierici - ma la richiesta di Confcommercio diventa difficile da attuare. E’ difficoltosa sotto l’aspetto logistico, perché ci sono da fare i conti con un centro storico e con i loro residenti. Chiudere già dal giovedì significa creare non pochi disagi per tutti”. Ma nonostante ciò l’assessore lascia comunque una porta aperta: “Nonostante tutto valuteremo ogni soluzione possibile per cercare di accontentare sia i residenti che i commercianti, ma in questo momento la vedo difficile”. Anche il comandante della polizia municipale, Aldo Poponcini non è del tutto d’accordo con l’allargamento dell’isola pedonale già dal giovedì: “Premesso che la risposta definitiva dovrà arrivare dall’amministrazione comunale, per quanto mi compete, non sono d’accordo nel chiudere il centro storico già in un giorno feriale. Ci sono da valutare diverse esigenze che non sono solo quelle dei ristoratori, ma anche dei residenti”.

A questo proposito proprio nel primo fine settimana di zona pedonale ci sono stati problemi per quanto riguarda i posti auto. Alcuni sono infatti stati sacrificati per fare posto ai tavolini dei ristoratori. E questa ha creato problemi ai residenti, tanto che il comandante Poponcini ha sottolineato: “Dobbiamo cercare nuovi spazi, quelli al parcheggio della Cadorna, riservati ai residenti, sono pochi e sono finiti anche alla svelta”. Se l’isola pedonale venisse allargata: “il problema - risponde Poponcini - comincerebbe dal giovedì, vale a dire in un giorno feriale e per noi ci creerebbe diversi impicci.

Per quanto mi riguarda non è una proposta di facile attuazione”. Invece per quanto riguarda i commercianti, gli spazi concessi in questo primo fine settimana “giallo”, sono stati alquanto propizi. La vice direttrice di Confcommercio, Catiuscia Fei, aveva parlato di: “un aiuto alle imprese e un incentivo ad evitare assembramenti. La richiesta del giovedì darebbe la possibilità a quegli esercizi commerciali di lavorare di più. La domenica, invece, non l’abbiamo chiesta perché c’è meno interesse”. Ma per il momento le risposte che arrivano da questa proposta non soddisfano del tutto sia Comune che polizia Municipale. In settimana ci sarà un nuovo confronto.