Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, abbattuta nella notte la statua della Minerva nel quartiere di Porta Crucifera

  • a
  • a
  • a

Abbattuta da ignoti nella notte ad Arezzo la statua della Minerva nel quartiere di Porta Crucifera, copia della celebre opera conservata al Museo Archeologico di Firenze. L'episodio è avvenuto nel centro storico verso le 2. Sul posto la Polizia Municipale per i rilievi. A cura del quartiere rossoverde il ricollocamento della statua che è stata letteralmente sradicata dal piedistallo.

Il capolavoro bronzeo del III secolo avanti Cristo ha un valore speciale per Colcitrone e i suoi quartieristi. La Minerva venne ritrovata nel 1541 presso la chiesa di San Lorenzo poi venne portata a Firenze a Palazzo Vecchio. Dalla fine dell'Ottocento è uno dei pezzi forti del Museo Archeologico.

Nel luogo dove fu ritrovata esisteva una domus romana alla quale è dedicata una sala nel Museo Archeologico di Arezzo con un bellissimo mosaico a tessere bianche e nere.

La copia della Minerva è posizionata all'angolo tra la Piaggia di San Lorenzo e via Colcitrone ed è stata donata dalla famiglia Chini nel 2002. Rispetto alla statura conservata a Firenze questa ha anche le parti, come il braccio, che furono aggiunte nel Settecento.

Sull'atto vandalico in corso accertamenti per capire se si tratta di una bravata in ambito di rivalità della Giostra del Saracino o vandalismo legato all'uso dell'alcol.