Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, tavolini in piazza Guido Monaco: bando del Comune. E si organizzano stile e disposizione in piazza Grande

Sonia Fardelli
  • a
  • a
  • a

Oggi riunione dei commercianti di Piazza Grande con il direttore artistico di Arezzo Beppe Angiolini su come disporre sedie e tavolini nel salotto buono di Arezzo e su quale stile scegliere per gli arredi esterni. "Alcuni che ci sono al momento non vanno bene - dice Beppe Angiolini - ed andranno cambiati. Ne discuterò oggi con gli operatori ed insieme sceglieremo la soluzione migliore. Piazza Grande deve avere un'immagine ben precisa e definita. Ed un unico stile. Questo non vuol dire che tutti i bar e ristoranti dovranno avere tavoli e sedie identici, ma l'immagine totale di Piazza Grande dovrà essere lineare. Non un insieme di arredi differenti e messi a caso su questo che dovrà diventare veramente il salotto buono della città." Da definire solo la questione estetica, mentre quella relativa all'isola pedonale è già stata approvata dalla Giunta.

"L'area pedonale in via di Seteria sarà dalle ore 11 fino all'una di notte - dice l'assessore alle attività produttive Simone Chierici - in pratica verrà lasciata alle auto solo una fascia breve della mattina da utilizzare per il carico e lo scarico. E sono stati definiti anche percorsi precisi per le auto nell'intera piazza. I veicoli non potranno più passare davanti alle Logge Vasari. In Piazza Grande da ora in poi si accede, negli orari stabiliti, da Borgunto e si va solo verso piaggia San Martino o verso via Pescaia."

Già da questo week end i commercianti di Piazza Grande potranno usufruire di questa nuova ed importante isola pedonale. Ma non saranno i soli della città ad avere vantaggi per poter ripartire nel miglior modo dopo la pandemia. La Giunta ha anche approvato un progetto per piazza Guido Monaco. "Anche qui alcuni ristoranti e bar della zona ci avevano chiesto il permesso di mettere tavolini e sedie - spiega l'assessore Chierici - così abbiamo deciso di indire un bando al quale potranno partecipare tutti gli esercenti che lo desiderano chiedendoci uno spazio nella piazza.

Un'apposita commissione esaminerà le domande e alla fine deciderà chi avrà diritto a ricevere il suolo pubblico. Nostra intenzione, come al solito, è quella di accontentare più esercizi possibili per dare a tutti la possibilità di lavorare e di ripartire al meglio dopo questo periodo drammatico legato alla pandemia." Nuova opportunità di lavoro per i ristoratori, ma anche l'occasione per migliorare il decoro di piazza Guido Monaco e per renderla più sicura. "Con questa operazione - conclude l'assessore Simone Chierici - contiamo finalmente di dare un nuovo aspetto a piazza Guido Monaco, rendendola accogliente per aretini e turisti. E cercando di togliere quelle situazioni che tutti conoscono e che mettono a rischio la sicurezza in questa parte centralissima di Arezzo." L'assessore Chierici conta di concludere l'operazione al massimo per i primi giorni di giugno. E così Arezzo sarà pronta a vivere un'estate interamente dedicata al turismo.