Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, dinasty Morini: i novanta anni del commendatore Pino protagonista nel commercio

  • a
  • a
  • a

Ci sono famiglie che hanno fatto la storia delle città dove sono vissute, cresciute e dove hanno operato. Ad Arezzo i Morini sono protagonisti di una vicenda commerciale, sociale e culturale, che va avanti da quattro generazioni. A partire dagli anni Venti del Novecento quando il capostipite Cesare Morini creò l’ingrosso diventato leader nel settore degli articoli da regalo, porcellane e oggetti per la casa in genere, fino alle forniture alberghiere ai tempi moderni. E domenica 16 maggio 2021 per la famiglia Morini è un giorno speciale: compie 90 anni Pino, Giuseppe Morini, luminosa figura della dinasty aretina. L’ultimo degli uomini Morini dello straordinario trio di imprenditori composto da Sauro, Daniele e appunto Pino. 

Dopo il fondatore Cesare, infatti, l'ingrosso dal 1934 è stato portato avanti dai suoi figli, Ugo e Rizieri, e successivamente dai figli di questi Sauro, Daniele e Pino Morini, che, con dedizione e passione, l’hanno notevolmente sviluppato. La storia racconta che dal fondatore Cesare, l’attività passò poi ai figli Ugo e Rizieri, quindi l’ingrosso venne portato avanti con tenacia dai nipoti Sauro e Daniele (figli di Ugo, Daniele marito di Lalla celebre cantante morta un anno fa) e da Pino Morini (figlio di Rizieri) con lavoro, dedizione e fiuto. 
Decennio dopo decennio l’insegna Morini ha inciso nelle dinamiche commerciali e nel costume di Arezzo e provincia ed è arrivata alla quarta generazione con l’attività gestita tenendo sempre vivo lo spirito dei pionieri. In centro lo spazio Morini di piazza San Iacopo oggi è altro ma mantiene nel nome il ricordo dello storico negozio, mentre in via Calamandrei opera nella nuova forma societaria (dal 2019 il 70% appartiene a Pengo) quell’ingrosso che era partito all’inizio in viale Mecenate ed è punto di riferimento delle forniture per alberghi.

Pino è l’ultimo dei tre Morini, artefici del successo dell’attività. Fino a qualche anno fa lavorava ancora in ditta. E tutt’ora lucidissimo, appassionato, attento. E ha ricevuto l’abbraccio di tutti i parenti del ramo Morini e del ramo Lebole: è stato sposato con Lina (la più piccola dei quattro fratelli della gloriosa famiglia dell’abbigliamento) deceduta nel 2004. Attivo, dinamico, di grandi qualità, Pino è Commendatore della Repubblica per i meriti ottenuti nel lavoro. Al suo fianco c’è la moglie Angela Benevento, sposata nel 2010, la prima a condividere con Pino e tutti i parenti lo speciale giorno di festa.

Lu. Se,