Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, aula del Liceo di Castiglion Fiorentino intitolata a Chiara Meoni e una borsa di studio in suo nome

Piero Rossi
  • a
  • a
  • a

A poche settimane dalla scomparsa di Chiara Meoni, la giovane studentessa figlia di Fabrizio Meoni, il grande campione della Dakar, non si spegne la commozione per un evento che ha colpito profondamente la società castiglionese, a cominciare dalle giovani generazioni.

 

 

La sua scuola, i suoi professori, i suoi compagni hanno voluto ricordare Chiara con alcune iniziative in sua memoria.
Ieri mattina è stata inaugurata “L’aula di Chiara”, intitolata l’aula “colorata”, così definita dagli stessi studenti del liceo linguistico. Con una semplice ma sentita cerimonia è stata scoperta la targa posta all’ingresso dell’aula., dove si legge: “Aula Chiara Meoni – Liceo Linguistico classe IV – a.s. 2020/21”.

 

 

Non è stata indicata l’età di Chiara perché come ha spiegato il Preside del Liceo,  Prof. Angiolo Maccarini, “la memoria, il ricordo sono senza tempo”.

Durante l’incontro, al quale erano presenti presenti i familiari di Chiara , la mamma Elena e il fratello Gioele, insieme ai suoi compagni di classe ed ai suoi insegnanti, una docente ha letto una composizione scritta da Chiara nei mesi scorsi ed il professore di Musica ha suonato dei brani al flauto.

 

 

Oltre all'aula a lei intitolata, sarà anche una borsa di studio che porta il suo nome a ricordare la studentessa scomparsa. Per il primo anno, a pochissimi giorni dalla scomparsa di Chiara, la borsa di studio è stata consegnata a Lisa Luconi.  Studentessa del Liceo. Presente alla cerimonia anche il Sindaco Mario Agnelli, che ha dichiarato: “Grazie alla volontà del Preside, degli Insegnanti e soprattutto dei compagni della classe Quarta M, stamane al Liceo Scientifico Giovanni da Castiglione è stata dedicata un'aula dell'Istituto a Chiara Meoni. Un atto dovuto e pieno di significato tra la commozione generale, del quale avrei fatto tanto volentieri a meno. Mi auguro che da oggi in poi nell'aula di Chiara ci sarà sempre un sorriso anche se non sarà mai bello come il suo”.